Iscriviti

Gp Canada: Vettel penalizzato, vince Hamilton. Leclerc sul podio

Il tedesco della Ferrari taglia per primo il traguardo di Montreal, ma viene penalizzato di 5” per una manovra irregolare, regalando così la vittoria all’inglese. Terza l’altra Ferrari di Charles Leclerc

Formula 1
Pubblicato il 10 giugno 2019, alle ore 02:23

Mi piace
10
0
Gp Canada: Vettel penalizzato, vince Hamilton. Leclerc sul podio

Occasione sprecata per la Ferrari di cancellare lo zero nel numero di vittorie in questa stagione, per il momento dominata dalla Mercedes. Sul circuito di Montreal, Sebastian Vettel, partito in pole position, assapora la vittoria finale, ma un errore al giro 48 e un rientro in pista al limite del regolamento, gli costano il successo che va a Lewis Hamilton, sempre più solo in testa al mondiale, grazie alle cinque vittorie stagionali.

Partenza senza problemi per la Ferrari del tedesco, che mantiene la prima posizione, davanti alla Mercedes di Hamilton e all’altra Rossa, guidata da Charles Leclerc. Al giro 27 inizia la girandola dei cambi gomme. Il primo ad rientrare ai box è proprio Vettel, seguito due giri dopo da Hamilton. Leclerc, invece, tarda il cambio gomme perdendo terreno dai due battistrada.

Poco dopo metà gara Hamilton inizia a far sentire la pressione a Vettel, che al giro 48 sbaglia in curva finendo sull’erba. Nel rientrare in pista il ferrarista taglia la strada all’accorrente Hamilton che rischia di finire sul muretto, per evitare l’impatto con la Rossa. Finito sotto investigazione dei commissari, prima della fine della gara è arrivata la sanzione per il ferrarista: 5 secondi di penalità sul tempo finale.

A questo punto per Hamilton non era più necessario sorpassare la Ferrari di Vettel, ma bastava arrivare entro 5 secondi dalla Rossa per aggiudicarsi il Gran Premio del Canada. Per l’inglese si tratta della terza vittoria consecutiva, la seconda davanti a Sebastian Vettel, furioso per la decisione dei giudici, tanto che al termine della gara ha spostato il numero 2 che indica il secondo classificato, davanti all’auto di Hamilton.

Gara regolare per l’altra Ferrari di Charles Leclerc che finisce sul gradino più basso del podio, bissando così il terzo posto del Bahrain. Quarto posto per Valtteri Bottas, partito in sesta posizione e per la prima volta fuori dal podio in questa stagione, ma comunque capace di guadagnare il punto per il giro più veloce. L’ordine d’arrivo si completa con il quinto posto di Max Verstappen (Red Bull), davanti a Daniel Ricciardo (Renault), Nico Hulkenberg (Renault), Pierre Gasly (Red Bull), Lance Stroll (Racing Point) e Daniil Kvyat (Toro Rosso). Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) chiude al 13° posto.

Nel finale di gara, nonostante la rabbia per una decisione che ritiene ingiusta, Sebastian Vettel si è rivolto al pubblico che inveiva contro Lewis Hamilton: “la gente non deve contestare Lewis, lui non mi voleva danneggiare. I tifosi devono contestare una decisione assurda”. L’inglese, dal canto suo, pur non essendo felice di aver vinto in questo modo, ritiene la decisione dei giudici corretta: “Quando rientri in pista devi essere certo della sicurezza di chi arriva”.

Polemiche che sono destinate a proseguire almeno sino alla prossima gara in programma tra due settimane a Le Castellet per il Gran Premio di Francia.

Classifica mondiale piloti: Hamilton 162 punti; Bottas 133; Vettel 100; Verstappen 88; Leclerc 72

Classifica mondiale costruttori: Mercedes 287; Ferrari 179; Red Bull 124

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Sembrava il week end giusto per la Ferrari dopo le ottime qualifiche, ma un errore e una decisione dei giudici, contestata da Vettel, ha spezzato il sogno del tedesco di vincere la prima gara di una stagione che sembra già chiusa nel segno di Hamilton e della Mercedes. La manovra di Vettel, volontaria o involontaria, ha di fatto danneggiato Hamilton, per cui credo sia una decisione corretta. Piuttosto che polemizzare, occorre rimboccarsi le macchine e capire che contro le frecce d’argento quest’anno non si può fare nessuna sbavatura se si vuol vincere qualche gara.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!