Iscriviti

Formula 1, Silverstone: Hamilton domina in casa e raggiunge quota 57 vittorie

Lewis Hamilton vince il Gran Premio di casa per la quinta volta di fronte ai tifosi in tripudio. Completa la festa Mercedes il secondo posto di Bottas. Sfortuna Ferrari: Raikkonen terzo, Vettel settimo dopo due forature. In classifica il tedesco rimane a +1.

Formula 1
Pubblicato il 17 luglio 2017, alle ore 20:33

Mi piace
5
0
Formula 1, Silverstone: Hamilton domina in casa e raggiunge quota 57 vittorie
Pubblicità

The Hammer is back. Lewis Hamilton domina letteralmente il Gran Premio di Silverstone dopo essere partito primo sulla griglia di partenza. Pole, vittoria, giro veloce e testa della corsa dal primo all’ultimo metro: è la terza volta in stagione che riesce nel cosiddetto Grand Chelem (dopo Cina e Canada), la quinta in carriera. Un dominio suggellato dal giro capolavoro in qualifica dove ha rifilato più di mezzo secondo al finlandese della Ferrari, Kimi Raikkonen.

Il trionfo della Mercedes è confermato dall’ottima gara di Valtteri Bottas che dopo una qualifica opaca (quarto, ma retrocesso in nona posizione per la sostituzione del cambio), compie una rimonta che lo ha portato a conquistare una seconda piazza alle spalle del compagno, anche se con un briciolo di fortuna.

Fortuna che in questo caso ha voltato le spalle alle Ferrari: a due giri dal termine le Rosse di Maranello erano in seconda e quarta posizione, ma due forature a distanza di un giro hanno relegato le vetture al terzo e al settimo posto. Raikkonen è riuscito a confermare il podio, disputando una delle sue gare più brillanti in questa stagione e senza il problema nel finale avrebbe agevolmente mantenuto la seconda piazza.

Stranamente più in ombra, invece, il compagno di squadra e leader del mondiale, Sebastian Vettel, che dopo essersi qualificato alle spalle del compagno, al via si è fatto sorprendere dalla Red Bull di Max Verstappen, dietro al quale ha perso parecchio tempo. La foratura a un giro dal termine potrebbe, peraltro, rivelarsi sanguinosa dal momento che il tedesco ha dilapidato quasi tutto il suo vantaggio: resta a +1 sulla Mercedes di Hamilton e a +23 sull’altra Freccia d’Argento di Bottas.

Capitolo Red Bull: Verstappen giunge quarto al termine di una gara grintosa e convincente, lasciandosi alle spalle gli incidenti che hanno caratterizzato la sua prima parte di stagione. Daniel Ricciardo, invece, compie una rimonta strabiliante: partito dalla 19esima posizione, a suon di sorpassi e con la giusta strategia arriva quinto, alle spalle del compagno di squadra.

Ottima gara di Nico Hulkenberg (Renault), arresosi soltanto nel finale all’australiano della Red Bull). A punti, ancora una volta, i due piloti della Force India, Esteban Ocon (ottavo) e Sergio Perez (nono) che rafforzano il quarto posto nella classifica costruttori. Decimo Felipe Massa (Williams).

Tra due settimane la Formula 1 sarà di scena a Budapest, all’Hungaroring, tracciato tortuoso tra le colline ungheresi. Guardando la classifica la lotta sembra ristretta soltanto a Hamilton e Vettel, ma i rispettivi compagni di squadra e le Red Bull stanno offrendo prestazioni di livello e potrebbero tranquillamente scombinare gli equilibri di questo campionato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Alessandro Badalin

Alessandro Badalin - Se in forma, Hamilton è imbattibile, niente lo può fermare e infatti si prende tutto ciò che era disponibile: pole, vittoria e giro veloce. Il Gran Premio di casa ha sicuramente dato un plus di motivazioni al britannico, che ha usufruito anche di una macchina che nelle ultime gare ha scavalcato la Ferrari nelle gerarchie. La Ferrari, dal canto suo, deve fare i conti con la sfortuna: se è vero che le prestazioni offerte a Silverstone non hanno mai minato la leadership dei tedeschi, è altrettanto vero che fino a due giri dal termine erano seconde e quarte, con Raikkonen a circa 10 secondi dal dominatore assoluto, e con un Vettel che se non fosse stato 'bloccato' dietro a Verstappen avrebbe probabilmente strapazzato meno le gomme. La lotta tra i due team è serrata: la Ferrari, però, deve apportare al più presto dei miglioramenti soprattutto per le piste veloci (nelle prossime tre gare ci sono Spa e Monza). Il prossimo round si correrà in Ungheria, tracciato tortuoso che per caratteristiche potrebbe aiutare il Cavallino grazie al suo passo corto. Il mondiale resta aperto più che mai e attenzione a Bottas perché non è poi così lontano.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!