Iscriviti

F1: Verstappen trionfa al Gp Austria, Leclerc furioso

Si è conclusa la nona tappa del Mondiale di Formula 1, con Max Verstappen che regala una gioia alla propria scuderia nel "Red Bull Ring". Furioso Leclerc per la il sorpasso subito a -3 giri dalla fine.

Formula 1
Pubblicato il 1 luglio 2019, alle ore 11:24

Mi piace
4
0
F1: Verstappen trionfa al Gp Austria, Leclerc furioso

Partiva alle ore 15:00 del 30 Giugno il 9° Gp di Formula 1, nel circuito austriaco del Red Bull Ring. Alla partenza il ferrarista Charles Leclerc in pole position seguito da Max Verstappen, mentre a chiudere la prima fila Valterri Bottas con la Mercedes.

Ennesima “Formula Noia” dirà chi non ha potuto assistere alla gara, analizzando le posizioni di partenza e confrontandole con il podio finale, riscontrando una semplice inversione tra il primo e secondo posto. Così però non è stato: infatti, dopo una tremenda partenza, al primo giro Max Verstappen con la sua RB15 si ritrova al 7° posto. Mentre il pilota olandese si impegna per recuperare le posizioni perse, davanti non c’è storia per la prima posizione, con Charles Leclerc che mantiene la posizione sin dalla partenza, e dietro di lui è una continua lotta tra le due Mercedes e la Ferrari di Sebastian Vettel, quest’ultimo risalito dalla brutta posizione ottenuta in griglia (partiva nono).

La classifica vede dunque un parziale di gara con Leclerc sempre a condurre, davanti alla Mercedes di Bottas e alla Ferrari di Vettel seguito da Lewis Hamilton con l’altra Mercedes. Dopo la metà di gara tutto cambia, in corrispondenza dei pit-stop si mischiano le posizioni come spesso accade a causa delle differenti strategie di gara, ma quello che è risultato avere la miglior strategia è stato proprio l’olandese con la sua Red Bull: a pochi giri dalla fine, infatti, riesce a trovarsi davanti a Vettel, poi raggiunge e mette fuori dai giochi anche la Mercedes di Bottas, e a 11 giri dalla fine si trova a 5sec. di distacco da Charles Leclerc ancora leader della corsa.

Il vantaggio della Ferrari in testa si riduce sempre di più fino a quando, a 4 giri dalla fine, Verstappen si ritrova a meno di un secondo dal proprio avversario con la possibilità di utilizzare il DRS (Drag Reduction System), che lo aiuterà – al giro successivo – a superare il giovane ferrarista e a condurre la gara.

E’ proprio la modalità di questo sorpasso che ha indotto delle lamentele a fine gara da parte dei “Ferraristi” in quanto sostenitori di una irregolarità nella manovra di sorpasso, che trova Verstappen e Leclerc in curva con il primo all’interno che tenta di chiudere la via di passaggio, e avviene un evidente contatto tra i due che andrà a penalizzare il pilota della “Rossa” che perderà secondi e anche la gara.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Sardo

Gaetano Sardo - L'analisi finale va a ridursi a quell'episodio a 3 giri dalla fine, con quel contatto tra Verstappen e Leclerc; non sono un esperto in quanto alle regole di gara previste e prese in considerazione durante casi di questo tipo, ma credo che se l'episodio - dopo essere stato messo sotto investigazione - non abbia previsto alcuna penalità per Verstappen, sia stato per un corretto svolgimento o per come viene definito un "incidente di gara".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!