Iscriviti

David Coulthard è convinto che Vettel sia ancora superiore a Leclerc

In un’intervista concessa ad “Auto Bild”, David Coulthard dice la sua sulla coppia Vettel-Leclerc. Sul punto è convinto che il monegasco non sia più veloce del compagno di squadra, che nonostante tutto continua a rimanere un grande campione.

Formula 1
Pubblicato il 20 maggio 2019, alle ore 16:23

Mi piace
6
0
David Coulthard è convinto che Vettel sia ancora superiore a Leclerc

L’inizio di stagione 2019, oltre a essere stato caratterizzato da cinque doppiette Mercedes in altrettanti gran premi disputati, ha anche segnato la grande rivalità tra compagni di squadra dei top team. Lewis Hamilton sta sudando sette camicie per tenere a bada Valtteri Bottas, mentre in casa Ferrari Sebastian Vettel è stato messo sotto accusa per via delle prestazioni al di sotto delle aspettative; a scompigliare le carte ci ha pensato anche il giovane Charles Leclerc, che da quest’anno è approdato alla corte di Maranello sostituendo il più navigato Kimi Raikkonen.

Secondo molti osservatori, questo avvicendamento ha mandato in crisi il tedesco. Dopo gli errori commessi lo scorso anno, che gli hanno precluso la lotta per il titolo, Sebastian Vettel sembra non solo essersi smarrito, ma anche aver perso la velocità di un tempo.

Tutto ciò ha comportato un ampio dibattito su quelle che sarebbero le reali chances di vittoria di un pilota che la Ferrari continua a difendere a spada tratta. Da qui si spiegano i malumori dei tifosi, che non hanno affatto digerito gli ordini di squadra che hanno danneggiato il monegasco, visto sempre più come uno dei protagonisti su cui investire per il futuro.

In controtendenza rispetto a questi sentimenti che stanno dominando i primi mesi della stagione, troviamo una figura di primo piano che risponde al nome di David Coulthard. In un’intervista concessa ad Auto Bild, per lo scozzese a lungo al fianco di Mika Hakkinen durante l’esperienza in McLaren, nella rivalità Vettel-Leclerc commette un grave errore chi giudica il primo un pilota ormai “bollito”.

Gli anni sono passati per Vettel, ma Seb resta un grande campione e va ancora veloce. Leclerc può essere il futuro della F1 ma non è ancora più rapido del suo compagno di squadra” ha ribadito l’ex pilota che debuttò al volante della Williams subito dopo la morte di Ayrton Senna. La posizione del quattro volte campione del mondo non è facile, in quanto sente addosso la pressione, mentre Leclerc non avrebbe nulla da perdere. Il suo unico scopo sarebbe solo quello di dimostrare di saper andare forte, battendo in primo luogo il suo compagno di squadra. Leclerc avrebbe quindi un ruolo decisamente meno oneroso: “per lui è anche tutto più facile, perché ancora ha meno pressione. Da Sebastian invece tutti si aspettano che vinca il mondiale”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - In effetti è sempre stato così in Formula 1: l’arrivo di una giovane promessa ha inevitabilmente rimescolato le carte, complicando il ruolo dei campioni che in uno scontro con i nuovi arrivati hanno sempre avuto tutto da perdere. Vettel al momento non può sbagliare nulla, ma deve essere veloce, deve battere il suo compagno di squadra, battere la Mercedes e vincere. Per farlo deve essere perfetto, specie ora che che i rivali appaiono imprendibili e con il discorso per il mondiale pressoché rimandato al 2020.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!