Iscriviti

Charles Leclerc è un predestinato: un dettaglio lo accomuna a Schumacher

Il neoferrarista Charles Leclerc è sempre più visto come un predestinato. Secondo un’analisi apparsa sul Corriere della Sera, avrebbe un dettaglio che lo renderebbe identico a Michael Schumacher. Ecco quale sarebbe.

Formula 1
Pubblicato il 10 aprile 2019, alle ore 15:27

Mi piace
7
0
Charles Leclerc è un predestinato: un dettaglio lo accomuna a Schumacher

Dopo due gare disputate al volante della Ferrari, i media continuano ad esaltare la figura di Charles Leclerc. Considerato una promessa, il compagno di squadra di Sebastian Vettel ha saputo conquistare grande ammirazione e simpatia. Il problema alla power unit gli ha di fatto precluso la vittoria nel gran premio del Bahrein, ma lo anche reso ancor più popolare, e soprattutto molto più temibile.

La sua fame di vittorie è grande quanto il suo talento, che in molti si aspettano possa esplodere già con i prossimi appuntamenti in calendario. Una delle certezze che va maturando, è che per il mondiale ci sarà anche lui. Seppur molto giovane, non è affatto intenzionato a scendere in pista come seconda guida, avendo già dimostrato di sapersi far strada senza tanti timori reverenziali.

Lui, quasi per un segno del destino, è nato il 16 ottobre 1997, esattamente 10 giorni prima della conclusione di uno dei campionati più discussi della storia della Formula 1. Quell’anno a spuntarla fu Jacques Villeneuve, che a Jerez riuscì a resistere ad una scorrettezza di Michael Schumacher, che con una manovra disperata aveva cercato di mettere fuori scena il rivale che lo stava sopravanzando.

Ma è citando Michael Schumacher che viene quasi naturale accostarne lo stile di guida. Il monegasco, così come il tedesco, hanno infatti un punto in comune: si esaltano alla guida di auto sovrasterzanti, quelle che durante la percorrenza della curva portano verso l’interno, innescando una sbandata al retrotreno.

I traversi oltre ad essere adrenalinici per chi li compie e spettacolari per chi li assiste, denotano una grande sensibilità di guida. Trovare il limite al pari di altri grandi del passato come Senna, Clark, Rindt, Villeneuve o Nuvolari, non è certo un affare da poco. Anche perché gestirli con padronanza è segno di grande lucidità e freddezza, che il più delle volte non è facile riscontrare in un ragazzo che ha solo 21 anni. E chi ha avuto modo di seguirlo da vicino lo conferma: Leclerc è in grado di spingere fino ad un attimo prima di perdere il controllo, e ciò non può che renderlo un predestinato al pari di un altro grande ferrarista come Michael Schumacher.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Le ultime prestazioni di Charles Leclerc confermano le voci di coloro che sostenevano fosse una delle più grandi promesse di questo sport. Finalmente in casa Ferrari hanno saputo dar spazio ad un talento che si spera possa portare a casa non solo vittorie, ma anche qualche titolo mondiale. Ripetere l’epopea di Schumacher sarà difficile, ma il monegasco farà di tutto pur di diventare una stella al pari del tedesco.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!