Iscriviti
Roma

Totti dice addio alla dirigenza della Roma. Ecco il motivo

Due anni fa Totti ha detto addio alla Roma come calciatore ed ha assunto un ruolo nella dirigenza, dopo esattamente 18 anni passati a giocare con la Roma. Oggi "il Capitano" ha detto addio alla dirigenza dalla Roma. Le motivazioni le spiegherà lunedì alla conferenza Coni.

Calcio
Pubblicato il 16 giugno 2019, alle ore 13:15

Mi piace
14
8
Totti dice addio alla dirigenza della Roma. Ecco il motivo

Nel maggio 2017, Francesco Totti ha deciso di smettere di giocare a calcio come professionista ed ha lasciato la Roma. Poi, come molti fan si aspettavano, è passato alla dirigenza della sua vecchia squadra, per cui ha giocato per 18 anni rifiutando qualunque proposta. Alcuni tifosi temevano che non sarebbe rimasto molto alla dirigenza della Roma, visto il trattamento ricevuto nell’ultimo anno da calciatore ed il tempo che hanno impiegato per fargli la dovuta proposta di dirigente.

Lunedi 17 giugno, nella sala conferenze messa a disposizione dal Coni, Francesco Totti ufficializzerà l’addio alla dirigenza della Roma e ne spiegherà le motivazioni. Il precedente addio lo diede all’interno dello Stadio Olimpico al termine della sua ultima partita, circondato dai pianti dei tifosi, dall’affetto della sua famiglia e di tutto il mondo del calcio.

I tifosi della roma non sono per niente felici dell’addio di colui che tutti conoscono come “Il Capitano”, già furiosi per il recente addio di De Rossi. Ma tutta la tifoseria non è rimasta sorpresa della decisione di Totti. La scelta del Capitano è stata ponderata e valutata a lungo, tanto che la voce circolava in città ed intorno al centro sportivo di Trigoria da molto tempo.

I motivi della scelta

Due anni fa James Pallotta aveva proposto a Totti di fare il Direttore Tecnico della Roma, Totti accettò l’offerta ma forse non del tutto convinto. Il Capitano, stando ai rumors di chi gli è vicino, ritiene di essere stato umiliato troppe volte negli ultimi mesi per poter accettare un nuovo incarico. Francesco Totti sulle sue pagine social (Twitter) ha scritto: “A breve il mio punto di vista nella giusta sede; da questo tweet molti hanno intuito una rottura definitiva.

Sono molte le cose che hanno fatto infuriare Totti, tra le più recenti vi sono: la sua assenza nella riunione dirigenziale svoltasi a Londra (per la quale Pallotta ha dichiarato che Totti era stato invitato); le ultime due decisioni in merito all’allenatore ed al direttore sportivo (Fonseca e Petrachi) che sono state prese in netto contrasto con l’opinione di Totti; la recente campagna stampa portata avanti dai media l’ha fatto riflettere ed infine l’ha convinto a rinunciare all’offerta del presidente, che Totti ha ritenuto una proposta di facciata senza alcun valore decisionale.

Inoltre, nei giorni scorsi il Presidente Pallotta ha inviato una lettera in cui a Franco Baldini venivano assegnati ampi poteri decisionali mentre a Totti veniva dato un margine di manovra molto limitato. Dopo tutto ciò, Francesco Totti ha deciso di partire per le vacanze con la sua famiglia senza firmare un accordo che considerava insoddisfacente. Totti è sicuro di aver dato tutto quello che poteva alla Roma, dove ha trascorso i suoi ultimi 30 anni facendo di tutto per la sua squadra del cuore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Marella

Daniela Marella - Io al posto di Francesco Totti, dopo il trattamento ricevuto nell'ultimo anno e mezzo dalla sua squadra del cuore, non avrei accettato la proposta di dirigente perchè ho sempre pensato che gli sia stata fatta per una questione d'immagine e perchè tutto il mondo del calcio se l'aspettava. Ero certa che anche nel nuovo ruolo lo avrebbero trattato a pesci in faccia. Totti vai alla Lazio e "stracciate" la Roma, così imparano!

Lascia un tuo commento
Commenti
Claudio Bosisio
Claudio Bosisio

16 giugno 2019 - 21:24:21

Un grande trattato come un cretino da una dirigenza incompetente.

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

16 giugno 2019 - 13:52:01

Come Gattuso, uomini d'altri tempi.

0
Rispondi