Iscriviti
Firenze

Stadio inaccessibile ai disabili, gli ultras dell’Empoli li portano in braccio sugli spalti

Durante la partita Empoli-Sampdoria di domenica l'ascensore che consente alle persone disabili di accedere allo stadio si è rotto. Gli ultras dell'Empoli hanno portato a braccio tutti i tifosi in carrozzina fino agli spalti per poter assistere alla partita.

Calcio
Pubblicato il 21 settembre 2021, alle ore 13:29

Mi piace
4
0
Stadio inaccessibile ai disabili, gli ultras dell’Empoli li portano in braccio sugli spalti

Il tema dell’accessibilità ai luoghi pubblici per le persone costrette sulla sedia a rotelle è ancora oggi poco discusso e malamente risolto. Nel corso del fine settimana, alcuni tifosi disabili sono riusciti ad assistere alla partita grazie agli Ultras che hanno deciso di portarli a spalla fino agli spalti, dopo la rottura dell’ascensore preposto al loro accesso.

I fatti risalgono a domenica durante l’incontro Empoli-Sampdoria, e sono stati raccontati alla stampa da Vasco Cipollini, grande appassionato di calcio ed ex arbitro Uisp che si è trovato ad assistere a quanto accaduto. L’uomo solitamente accompagna un amico disabile allo stadio per assistere alle partite, ma quando si sono presentati davanti all’ascensore si sono resi conto che qualcosa non andava.

L’ascensore che consente l’accesso agli spalti della Maratona a chi non è in grado di fare le scale aveva dei problemi. Un ragazzo era rimasto chiuso dentro, mentre un altro è stato tirato fuori con difficoltà“, racconta Cipollini a La Nazione. Circa venti i tifosi disabili che solitamente assistono agli incontri dalla Maratona Inferiore a loro riservata grazie al trasporto in ascensore e che domenica non avrebbero avuto accesso allo stadio.

La partita stava quasi per cominciare ed il problema meccanico dell’ascensore era lontano dall’essere risolto, quando due ragazzi della Misericordia hanno decido di allertare gli steward che gestiscono l’ingresso allo stadio.  Da qui l’idea di salire in maratona a chiedere agli Ultras se qualcuno fosse disposto ad aiutare. “Non hanno nemmeno avuto il tempo di raccontare cosa stava accadendo che un gruppo di ultras è sceso e si è messo a disposizione di questi ragazzi“.

Cipollini racconta che gli Ultras hanno preso in braccio le carrozzine con i disabili e li hanno portati uno per uno su per le scale fino al loro posto in tribuna. “Sono stati straordinari, gentilissimi e velocissimi.” L’uomo ha deciso di raccontare alla stampa quanto accaduto, perchétroppo spesso si sente parlar male dei tifosi e delle persone che in generale vanno allo stadio. Invece ho è giusto sottolineare il gran cuore che hanno avuto“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Purtroppo si sente parlare spesso male dei tifosi perché sono più le volte che si macchiano di violenze e atti vandalici insensati che le volte in cui fanno atti del genere. Se invece che spendere tempo ed energie a fare tafferugli si impegnassero di più in opere di bene, sicuramente si parlerebbe più di quello che delle violenze negli stadi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!