Iscriviti

Serie A, Verona-Juventus 2-1: cominciano gli interrogativi

Difficile da ingoiare un'altra sconfitta, la terza per i bianconeri. L'esperienza e le qualità ci sono nella squadra, si tratta di tirarle fuori. Dito puntato al gioco in trasferta e a qualche leggerezza.

Calcio
Pubblicato il 9 febbraio 2020, alle ore 19:12

Mi piace
10
0
Serie A, Verona-Juventus 2-1: cominciano gli interrogativi

Per la terza volta in questo campionato la squadra bianconera subisce una sconfitta, risultato difficile da incassare: Verona-Juventus, 2 a 1. Le altre due partite perse sono state giocate il 22 dicembre contro la Lazio e il 26 gennaio contro il Napoli.

La partita di ieri sera è terminata 2-1 per il Verona che giocava in casa. L’allenatore della Juve, Maurizio Sarri ha parlato di errori da superare, puntando prima di tutto il dito sulla leggerezza della squadra.

Sarri, nel sito della squadra ha lasciato un suo commento. Secondo il tecnico in questo momento la Juventus sta rendendo meno tutte le volte che la partita è giocata in trasferta: “Oggi sapevamo sarebbe stato difficile, e così è stato perché ci hanno aggredito con cuore, anima e dedizione”. Vincere non è una cosa scontata, anzi non è facile e per questo “non si devono avere cali di attenzione“. Secondo Sarri la squadra si sta allenando nel modo giusto, ma nelle partite è necessario riuscire a mettere in moto tutto il potenziale, “perché questo – ha aggiunto l’allenatore – sarà un campionato che si combatterà punto a punto“.

Nel sito della Juve si trova anche il commento di Wojcech Szczesny, il portiere bianconero. Anche Szczesny è convinto che la squadra non stia riuscendo ad esprimere le proprie qualità quando si trova in trasferta. La squadra è la stessa, ma in casa gioca in modo diverso, e fa un’ipotesi: “Cambia l’approccio degli avversari, che in casa loro hanno più fiducia”, ma questo fatto non dà il permesso di “lasciare punti per strada“.

Nel parlare della partita, come l’allenatore anche il portiere ha parlato della difficoltà iniziale e della leggerezza della squadra, mentre la vittoria si può avere solo se “concentrati sempre al 100%“. Szczesny fa poi notare che alla squadra non manca l’esperienza, e affermando che hanno “margini di crescita enormi“, perchè “la strada è quella giusta“, ha assicurato che, con l’esperienza che hanno, sarà sufficiente tirare fuori le qualità anche quando si trovano in trasferta.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Vincere sempre non è di grande aiuto a nessuno, perché finisce con il far credere che la squadra sia invincibile, che basti poco sforzo per riuscire. Penso che questo fatto sia di aiuto anche a tutti i giovanissimi che seguono il calcio vedere che la propria squadra ora vince ora perde, ma non si lascia andare, anzi studia gli errori e guarda avanti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!