Iscriviti
Milano

Serie A Tim, Milan-Sassuolo: probabili formazioni, orario e diretta tv

Dopo il pareggio in Coppa Italia contro la Lazio, il Milan ospita allo Stadio San Siro il Sassuolo, alla ricerca della vittoria per mantenere il quarto posto in classifica. Il fischio d'inizio sarà alle 18:00 di oggi pomeriggio.

Calcio
Pubblicato il 2 marzo 2019, alle ore 14:36

Mi piace
9
0
Serie A Tim, Milan-Sassuolo: probabili formazioni, orario e diretta tv

A distanza di quattro giorni dalla trasferta di Coppa Italia allo Stadio Olimpico contro la Lazio, dove la partita si è conclusa sullo 0 a 0, il Milan per la 26a giornata di campionato di Serie A ospita il Sassuolo di De Zerbi allo Stadio San Siro di Milano. Il match si giocherà oggi alle 18:00. 

Ad oggi, i rossoneri sono reduci da 8 gare di campioanto molto promettenti che gli hanno permesso di occupare il quarto posto senza troppi problemi; infatti, nelle ultime tre giornate hanno portato a casa tre vittorie consecutive, al contrario del Sassuolo che l’ultima vittoria ottenuta in questa parte di campionato risale al 26 gennaio scorso.

Le tattiche di gioco

Per questa partita contro il Sassuolo, in casa Milan, per mister Gattuso non ci sono dubbi sulla formazione da schierare in campo, visto che molti giocatori sono tornati disponibili e lo spogliatoio rossonero si sta piano piano svutando. Dopo il ritorno di Lucas Biglia, anche Caldara ha ripreso ad allenarsi in gruppo ma per tornare in prima squadra c’è tempo, infatti, potrebbe tornare in campo giocando alcune partite con la Primavera. Per questa partita nessun giocatore rossonero è squalificato, l’unico diffidato risulta Rodriguez. Il giocatore svizzero dovrebbe far parte della difesa rossonera insieme a Musacchio e Romagnoli, come centrali, e Calabria nel ruolo di esterno destro.

A centrcampo, l’unica preoccupazione per mister Gattuso era Kessiè, il quale dopo lo scontro in Coppa Italia, con Barolo era uscito malconcio dal campo e c’era la possibilità  che il giocatore saltasse il match contro il Sassuolo ma non è così. Infatti, il centrocampo rossonero sarà formato, come sempre, da Kessiè, Bakayoko e Paquetà. Mentre il tridente d’attacco rossonero sarà formato da Suso, Calhanoglu e Piatek. Il giocatore polacco da quando è arrivato a Milano è sempre andato a segno e vuole confermare il suo ruolo da bomber implacapile. 

Tutt’altra storia in casa del Sassuolo, dove la situazione non è delle migliori, dato che ha concluso il 2018 con una sconfitta per 2 a 6 contro l’Atalanta e l’anno nuovo è iniziato con un pareggio con l’Inter, una vittoria con il Cagliari e un pareggio con il Genoa. Dopo il Genoa, però due sconfitte consecutive rimediate prima contro la Juventus e poi contro l’Empoli e per finire, nell’ultima partita contro lo Spal solo un pareggiosono risuciti a portare a casa. La partita contro il Milan, di sabato 2 marzo, potrebbe cambiare qualcosa nella squadra allenata da De Zerbi e risvegliare Berardi che ha già segnato parecchie volte nella porta rossonera. In difesa, l’allenatore deve scegliere uno tra Magnani e Ferrari, dove il primo potrebbe partire come titolare contro i rossoneri.

Altro ballottaggio in atto anche a centrocampo tra Magnanelli e Bourabia, con Locatelli, ex giocatore del Milan, e Sensi a completare il centrocampo neroverde. Tra le file del Sassuolo, Duncan risulta squalificato quindi salta il match contro il Milan. Mentre in attacco il tridente sarà formato da Babacar, Berardi, e Djuricic.

Ecco nel dettaglio le probabili formazioni di Milan e Sassuolo che scenderanno in campo allo Stadio San Siro di Milano:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetà; Suso, Piatek, Calhanoglu.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Peluso, Rogerio; Locatelli, Magnanelli, Sensi; Berardi, Babacar, Djuricic

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Thaira Momesso

Thaira Momesso - Nella partita di Coppa Italia contro la Lazio, ho visto un Milan che non vedevo da tantissimo tempo. Passaggi sbagliati, intercettazioni da parte degli avversari e pochi tiri in porta, sembrava una partita impostata sul non prendere alcun gol ma nemmeno segnarne uno. Un risultato che va bene ma poteva andare meglio e spero che contro il Sassuolo ci sia un atteggiamento diverso, altrimenti addio quarto posto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!