Iscriviti
Milano

Serie A, l’Inter batte il Verona, scudetto ad un passo

L'Inter batte di misura un ottimo Verona grazie ad una rete di Darmian, entrato nel secondo tempo, e vola virtualmente a +13 dal Milan. Lo scudetto è sempre più vicino.

Calcio
Pubblicato il 25 aprile 2021, alle ore 20:42

Mi piace
2
0
Serie A, l’Inter batte il Verona, scudetto ad un passo

Nel deserto del Meazza, l’Inter mette una grossa ipoteca sulla vittoria dello scudetto. Dopo i pareggi con Napoli e Spezia, l’undici di Antonio Conte ha voglia di ritornare a vincere per staccare ulteriormente le inseguitrici. Il Verona, sebbene raggiunto da tempo l’obiettivo stagionale, non ci sta a farsi passeggiare addosso dalla capolista, e sciorina una gran bella partita fatta di pressing e buon gioco.

Conte non cambia la formazione iniziale, quella che gli ha portato 12 vittorie consecutive e le vetta solitaria della partita. Juric disegna una formazione a specchio e mette nella mischia tre ex: Dimarco, Faraoni (capitano) e Bessa. I nerazzurri partono bene creando subito due nitide palle gol. La prima con Lautaro che lanciato a rete alza troppo il pallone che finisce sopra lo specchio della porta. La seconda, invece, è sui piedi di Hakimi, l’esterno trova un buon angolo, ma Pellegrini si oppone con un grande intervento.

Passano i minuti, e il Verona prende campo con un pressing alto e andando in anticipo su tutte le seconde palle. E al 24° minuto sono proprio gli ospiti ad impensierire la porta difesa da Samir Handanovic. Il capitano nerazzurro interviene in maniera poco ortodossa prima su Bessa e poi su Dimarco. Le squadre andranno negli spogliatoi in perfetta parità.

Nella seconda frazione di gioco, i nerazzurri vanno vicini al gol con una bella azione di Lautaro ancora una volta neutralizzata da Pellegrini e poi con un calcio di punizione di Hakimi che c’entra l’incrocio dei pali. Il Verona, però, non è certo un avversario vinto, anzi gioca con spensieratezza e guadagna metri preziosi. Conte lancia in campo Sensi e Darmian, e proprio quest’ultimo è il cambio che sblocca la partita. Azione dell’Inter che nasce come sempre dalla destra, ed è proprio Hakimi a servire l’assist a Darmian il quale riesce a concretizzare nella rete del vantaggio nerazzurro. Darmian did it again, avrebbero scritto i tabloid inglesi.

Dopo la rete, c’è da soffrire ancora in casa nerazzurra. Il Verona, infatti, avanza e macina gioco. Trova anche la rete, fortuita ed annullata, nata su un mezzo fallo di Faraoni e un altro mezzo pasticcio di Handanovic. Nonostante tutto, l’Inter vince il match è ipoteca un grande fetta di scudetto che si trova a soli 5 punti dal traguardo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Era chiaro già da qualche partita che lo scudetto avrebbe e potrebbe perderlo solo l'Inter. Una squadra che ha iniziato il campionato come un diesel. Tanti stop e mezzi disastri, vedi uscita dalla Champions, fino ad essere una squadra schiaccia sassi con ben 12 vittorie consecutive ed una strisce di 15 risultati utili consecutivi. Certo, nelle ultime uscite la squadra di Conte non è sembrata sveglia e scaltra come qualche settimana fa, ma anche oggi è riuscita ad essere concreta e risoluta. La squadra è visibilmente stanca, Lautaro, Barella, lo stesso Lukaku mancano di lucidità, ma nel loro mirino non hanno ancora perso di vista l'obiettivo che dista appena 5 punti e che potrebbero diventarne 3 semmai Milan e Atalanta dovessero perdere con Lazio e Bologna.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!