Iscriviti

Serie A: la prima di Zlatan e di questo 2020 rossonero

Nel giorno dell'Epifania, Zlatan Ibrahimovic ha fatto il suo esordio in Serie A dopo il suo ritorno in rossonero, in un San Siro che contava circa 60mila spettatori. Tifosi in delirio al suo ingresso in campo

Calcio
Pubblicato il 7 gennaio 2020, alle ore 23:28

Mi piace
3
0
Serie A: la prima di Zlatan e di questo 2020 rossonero

Nel giorno dell’Epifania si è giocata la seconda parte della penultima giornata del girone di andata del campionato italiano, una giornata speciale per tutti i rossoneri e per gli appassionati di calcio. Zlatan Ibrahimovic ha fatto il suo esordio con la maglia del Milan al minuto 55 subentrando al posto di un Piatek sempre più deludente.

Tra Milan e Sampdoria finisce 0 a 0, un punto che non aiuta nessuna delle due squadre: i rossoneri rimangono in dodicesima posizione a 22 punti e a 7 punti dal sesto posto, valido per la qualificazione in Europa League, attualmente occupato dal Cagliari di Rolando Maran; i blucerchiati occupano la sedicesima posizione con 16 punti, a soli due punti dalla zona retrocessione.

Non è bastato l’effetto Ibrahimovic per dare una scossa ai ragazzi di Pioli, non è bastata la carica dei 60mila tifosi per sbloccare questo Milan ancora scoraggiato e impaurito.

Un primo tempo giocato a ritmi bassi e con pochissime occasioni sia da una parte che dall’altra, per poi passare ad un secondo tempo di maggiore intensità, con due occasioni clamorose di Gabbiadini alle quali ha risposto un super Donnarumma. Per i rossoneri un possesso palla del 63% e 14 tiri verso la porta avversaria (contro i 6 dei blucerchiati) non sono riusciti a cambiare le sorti della partita, ma sicuramente si è notata la differenza dell’attacco milanista dopo l’entrata dello svedese, maggiormente alla ricerca di palle alte e della profondità.

A casa Milan si torna a respirare quell’aria di delusione interrotta qualche giorno grazie all’arrivo di Zlatan Ibrahimovic, ma i tifosi sono ancora molto fiduciosi e consapevoli del fatto che la strada è ancora lunga e che questo ritorno tanto atteso dello svedese sarà di grande aiuto per raggiungere la zona Europa, ancora troppo lontana.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Sofia Cioli

Sofia Cioli - A parer mio per i primi 55 minuti si è visto il solito Milan del 2019 e solo grazie all'entrata di Ibrahimovic si sono iniziate a vedere le prime differenze. Tutto è ancora da vedere, non si può giudicare dopo una sola partita e specialmente dopo soli 4 giorni di allenamento con la squadra. Sono ancora molto positiva e fiduciosa, mi aspetto tante cose e sono sicura che Zlatan riuscirà a rialzare i rossoneri.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!