Iscriviti

Serie A, 27esima giornata, la due giorni decisiva della stagione

Le tre sfide di alta classifica dominano tutta l'attuale giornata, lasciando le altre gare in secondo piano. Napoli-Roma e Lazio-Juventus decidono lo scudetto e la Champions, mentre c'è il derby della Madonnina tra Milan ed Inter.

Calcio
Pubblicato il 3 marzo 2018, alle ore 15:41

Mi piace
14
0
Serie A, 27esima giornata, la due giorni decisiva della stagione

La 27esima giornata della serie A 2017-2018 può essere uno snodo decisivo da qui a fine stagione: le sfide di altissima classifica sono ben tre e possono decidere la lotta per lo scudetto e per le posizioni Champions. Si parte alle 15.00 di sabato 3 marzo con Spal-Bologna: il derby emiliano mette di fronte i ferraresi che cercano il secondo successo consecutivo in chiave salvezza ed i felsinei che puntano a rendere ancora più tranquilla la propria classifica.

Alle 18.00 si incontrano Lazio e Juventus: innegabile che la sfida sia decisiva per la stagione. I biancocelesti di solito sono abituati a segnare più che chiunque altro fra le mura amiche ma vengono da una partita (quella di Coppa Italia con il Milan) senza reti e con una maratona giunta fino ai rigori ad oltranza che li ha visti eliminati; ne possono approfittare i bianconeri, che hanno vinto contro l’Atalanta, sempre mercoledì, e che sono oramai imperforabili in campionato: partita quindi da attacco contro difesa.

Alle 20.45 Napoli-Roma si presenta come la partita più importante: la capolista vuole vincere anche stavolta e prendere i tre punti che consentirebbero di tenere in cassaforte la prima posizione; per la Roma c‘è una sfida in cui cercare uno o tre punti in chiave prossima Champions League: la difesa sembra soffrire troppo, si conta sulle parate di Allison e sull’ispirazione offensiva di Dzeko per passare indenni l’ostacolo.

Alle 12.30 di domenica 4 marzo si sfidano Genoa e Cagliari: il grifone vuole vincere anche questa gara, il Cagliari ha bisogno come del pane di punti per non finire nella zona rossa. Alle 15.00 si svolgono cinque gare. Atalanta e Sampdoria sarebbe una sfida di cartello se non fosse adombrata da tre partite così decisive per la zona alta della classifica: in gioco c’è un posto in Europa League. Benevento ed Hellas Verona sono alla ricerca della rimonta salvezza: per le streghe sembra ormai inconcepibile, per gli scaligeri tutto è ancora possibile, soprattutto con un’altra vittoria.

Chievo e Sassuolo cercano di allontanare la linea rossa della zona retrocessione che li sta per assorbire: un pareggio non servirebbe a nessuno. Il Torino affronta il Crotone, con i granata che devono ancora rimontare sulla zona europea e con i calabresi che devono vincere per forza per evitare l’accesso alla zona rossa. L’Udinese punta al successo verso l’Europa contro una Fiorentina senza più obiettivi, nel pieno centro della classifica.

Alle 20.45 si conclude la giornata con l’attesissimo derby della Madonnina tra Milan ed Inter: la vittoria dei rossoneri, in forma smagliante, combattivi come non mai con la cura Gattuso, li porterebbe a pochissimi punti dalla zona Champions che l’Inter, invece in stato recessivo, cerca di riottenere e difendere. Il derby, in quanto tale, rimane imprevedibile e fuori da ogni pronostico.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Difficilmente si potrebbe immaginare una giornata più da cardiopalma di quella odierna: le tre sfide (Lazio-Juventus, Napoli-Roma, Milan-Inter) possono decidere la stagione: questi punti peseranno come macigni sui bilanci delle squadre a fine stagione. I giochi sono ancora da svolgere, con undici giornate da disputare dopo questa. La sensazione è che chi perderà farà molta fatica a rimontare i punti persi in questa importante due giorni calcistica.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!