Iscriviti

Qualificazioni Mondiali Russia 2018: ultime partite. Chi andrà agli spareggi?

Alle 18 il via alle ultime partite di qualificazione per Russia 2018. L'Italia, a meno di improbabili scossoni, sarà costretta ai playoff. Il Belgio è già qualificato, mentre a Germania, Serbia e Inghilterra manca pochissimo. Francia e Portogallo rischiano.

Calcio
Pubblicato il 5 ottobre 2017, alle ore 21:00

Mi piace
4
0
Qualificazioni Mondiali Russia 2018: ultime partite. Chi andrà agli spareggi?
Pubblicità

Ottobre infuocato. Da oggi a martedì prossimo conosceremo i nomi nelle nazionali che staccheranno il biglietto per i Mondiali di Russia 2018, dove si svolgerà la XXI edizione della Coppa del Mondo.

In molti gironi la situazione è ben delineata, in altri invece la storia è ancora tutta da scrivere e le premesse per i colpi di scena ci sono tutte. Ecco la situazione dei nove gironi europei.

Qualificazioni mondiali Gruppo A

Thriller nel gruppo A dove ci sono quattro nazionali raccolte in soli 5 punti. La Francia, che avrebbe dovuto dominare il girone, è prima con 17 punti all’attivo: ma la partita di domani sera a Sofia presenta molte insidie dal momento che i transalpini non vincono in Bulgaria addirittura dal 1932. I bulgari, peraltro, tenteranno il tutto per tutto per tenere vive le pochissime chance di qualificazione (sono quarti a 12 punti). Chi potrebbe approfittarne per volare direttamente in Russia è la Svezia (seconda a 16 punti) che sempre domani sera ha l’agevole incontro con il Lussemburgo prima dell’ultima partita di fuoco con l’Olanda (martedì sera all’Amsterdam Arena), terza per adesso con 13 punti.

Qualificazioni mondiali Gruppo B

Situazione ben più delineata nel gruppo B. Occorre soltanto stabilire chi tra Svizzera e Portogallo dovrà affrontare lo spareggio. I rossocrociati sono primi con 24 punti, mentre i lusitani ne hanno 21: questi ultimi, però, vincendo entrambe le restanti partite concluderebbero primi. Occhi puntati sulla sfida di martedì 10 al Da Luz di Lisbona proprio tra le due dominatrici del girone. In caso di finale a pari punti saranno i portoghesi a passare per la migliore differenza reti (+24 contro +15). Piccola preoccupazione per CR7 che in questi giorni si sta allenando da solo e non si hanno notizie sulle reali condizioni dell’asso del Real Madrid, anche se spesso ci ha dimostrato il suo valore anche in condizioni non ottimali.

Qualificazioni mondiali Gruppo C

Altro gruppo in cui la situazione appare ben chiara, anzi ancor più che nel girone precedente. Alla Germania basterà un punto a Belfast contro l’Irlanda del Nord per assicurarsi il primo posto con un turno di anticipo. I nordirlandesi, già comunque sicuri del secondo posto, dovranno probabilmente affrontare i play off e potrebbero essere dei possibili avversari per la nazionale azzurra.

Qualificazioni mondiali Gruppo D

E’ quasi fatta per la Serbia, alla quale basterà sconfiggere un Austria fuori dai giochi (domani a Vienna ore 20.45), mentre ben più intrigante sembra essere il derby d’oltremanica fra Galles e Irlanda che si giocheranno l’accesso ai playoff nel match decisivo di Cardiff di lunedì prossimo. Mazzata per i Dragoni che dovranno affrontare il doppio impegno senza la loro stella Gareth Bale, vittima di un nuovo infortunio: le statistiche, infatti, mostrano come il Galles abbia vinto soltanto il 24,2% delle partite senza il suo fenomeno.

Qualificazioni mondiali Gruppo E

Quasi fatta anche per la Polonia che dovrebbe sbancare facilmente il campo dell’Armenia. A questo punto il primo posto dovrebbe essere in cassaforte considerando che tra qualche ora scenderanno in campo Montenegro e Danimarca che si giocheranno il secondo posto (entrambi a 16 punti). Specialmente per Jovetic e compagni sarà fondamentale gestire la pressione: mai nella storia, infatti, la nazionale montenegrina si è qualificata per la fase finale di un mondiale o di un europeo.

Qualificazioni mondiali Gruppo F

Situazione quasi definita per quanto riguarda la testa del girone. All‘Inghilterra (20 punti) potrebbe bastare un pareggio contro la Slovenia (quarta a 14 punti), qualora la Slovacchia non dovesse vincere in Scozia. Queste ultime, che stasera si affronteranno a Glasgow, sono separate da un solo punto e insieme alla Slovenia si giocheranno verosimilmente il secondo posto nel girone.

Qualificazioni mondiali Gruppo G

Non c’è niente di matematicamente certo, ma tutto pare essere chiaro. La Spagna (prima a 22 punti) dovrebbe volare direttamente in Russia: le partite di domani contro l’Albania (ad Alicante) e di lunedì contro Israele dovrebbero essere una pura formalità. Quasi sicura del secondo posto l’Italia (19 punti), alla quale basta un pareggio contro la modesta Macedonia (domani sera, all’Olimpico di Torino, ore 20.45), ma che fino alla fine spererà in un doppio passo falso delle Furie Rosse.

Qualificazioni mondiali Gruppo H

Con il Belgio già qualificato da tempo (22 punti, unica squadra ad avere già la certezza), si giocano l’accesso ai play off la Bosnia di Pjanic e Dzeko (seconda per adesso con 14 punti) e la Grecia (terza a 13). I bosniaci però hanno il difficile compito di arginare i padroni del girone domani alle 18, mentre i greci sono attesi dal derby di fuoco con i vicini di Cipro, quarti a 10 punti, che covano ancora qualche residua speranza di qualificazione.

Qualificazioni mondiali Gruppo I

Un rebus indecifrabile: è questa la definizione più azzeccata. Quattro squadre in due punti: Croazia e Islanda a 16, Turchia e Ucraina a 14. Difficile fare pronostici. Sulla carta la Croazia dovrebbe spuntarla, dovendo incontrare in casa una Finlandia già eliminata per poi affrontare con un relativa tranquillità l’Ucraina in trasferta. Occhi puntati, invece domani sera tra Turchia e Islanda: qualora gli islandesi e – contemporaneamente – i croati dovessero vincere, i turchi sarebbero fuori, anche dai play off. Ecco che allora a Eskişehir ci sarà una bolgia infuocata per spingere i propri beniamini nell’impresa. Non molla anche l’Ucraina che dovrebbe sbarazzarsi in trasferta del fanalino di coda Kosovo, per poi dare il tutto per tutto nell’ultimo match casalingo contro Mandzukic & Co.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Alessandro Badalin

Alessandro Badalin - Non dovrebbero esserci sorprese particolari e credo che a Russia 2018 vedremo tutte le big: Germania, Inghilterra, Spagna e - penso - anche Francia passeranno da prime del girone. Il Portogallo campione d'Europa potrebbe essere costretto a passare per gli spareggi, ma la sfida in casa contro gli svizzeri è per loro sicuramente un vantaggio. Sorprenderebbe assistere a un altro flop dell'Olanda dopo la mancata qualificazione a Euro 2016: gli Orange, infatti, rischiano di restare fuori da una competizione internazionale per la seconda volta consecutiva e ciò non succede da più di 30 anni. Capitolo Italia: quasi sicuramente gli azzurri dovranno passare per lo spareggio, dove comunque ci presenteremmo da testa di serie e dovremmo affrontare compagini meno insidiose. Ma le insidie nei playoff sono sempre tantissime. Il commissario tecnico Giampiero Ventura punta sull'entusiasmo e la freschezza dei giovani e sicuramente è un aspetto interessante: ma l'esperienza dei più 'anziani' sarà fondamentale: mancare la qualificazione ai Mondiali, infatti, sarebbe un fallimento su tutti i fronti considerando che non sarà la Nazionale Italiana più forte di tutti i tempi, ma ha comunque in rosa calciatori affermati e giovani promesse.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!