Iscriviti

Posticipi: Inter in crisi, l’Udinese è ormai salva

Clamoroso pareggio dell'Inter nel posticipo della trentunesima giornata. I nerazzurri in vantaggio di due gol si sono fatti raggiungere sul pareggio per uno sciagurato retropassaggio di Guarin. Nel primo posticipo Di natale affonda il Catanian

Calcio
Pubblicato il 1 aprile 2014, alle ore 21:39

Mi piace
0
0
Posticipi: Inter in crisi, l’Udinese è ormai salva

Nei posticipi della trentunesima giornata clamoroso pareggio dell’Inter che non riesce più a vincere. Tra Atalanta, Udinese e Livorno che dovevano servire per consolidare il posto in Europa League, i risultati ottenuti sono stati pessimi e hanno fatto  ripiombare la squadra nerazzura in una crisi che sembrava superata. Clamoroso il Pareggio contro il Livorno.

La squadra di Mazzarri era passata in vantaggio con Hernanes, al primo centro con la maglia dell’Inter e aveva raddoppiato con il solito Palacio a fine primo tempo. Forse ormai sicuri dei tre punti, i nerazzurri sono scesi poco concentrati e al 54esimo si sono fatti sorprendere da calcio d’angolo con Greco che serve Paulinho che di prima intenzione infila il pallone sotto l’incrocio dei pali e che riporta il Livorno in partita.

La squadra di Di Carlo a questo punto ci crede ma non riesce a creare grandi occasioni da gol ma all’84esimo succede quello che non ti aspetteresti mai, Guarin spedisce un pallone verso Handanovic che diventa incredibilmente un passaggio per Emeghara che non ci pensa due volte e batte il portiere nerazzurro con un tiro all’angolino basso. La partita termina sul 2-2 ed è un punto pesantissimo per il Livorno in chiave salvezza che fa soprattutto morale. Per l’Inter invece un’altra occasione persa e ora il calendario prevede partite a rischio, l’Europa League non è più al sicuro.

Nell’altro posticipo delle 19 l’Udinese supera per 1-0 il Catania grazie al solito Di Natale che lasciato a riposo contro l’Inter ieri è apparso molto fresco di testa e di gambe. Una partita divertente che il Catania ha provato in tutti i modi di non perdere ma di fronte ha trovato un super Scuffet che si è mostrato sempre pronto ad ogni tiro dei siciliani. Con questi tre punti la squadra di Guidolin può considerarsi salva anche se lo era già da tempo dato che la quota salvezza quest’anno sarà molto bassa. Per il Catania invece sembra un anno maledetto dove tutto gira storto perché la squadra di Maran non gioca male ma la palla non ne vuol sapere di entrare. Le speranze di salvezza diminuiscono di giornata in giornata e forse la prossima settimana ci sarà l’ultima possibilità dove nella gara interna contro il Torino, rientrato tra l’altro nella lotta per un posto in Europa League, devono assolutamente arrivare i tre punti perché i bonus sono ormai finiti.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!