Iscriviti

Orgoglio Milan, la vittoria a Firenze salva Seedorf

Fiorentina assente sul campo, arriva la sconfitta. Mexes e Balotelli salvano Seedorf dall'esonero. Un Milan compatto ritrova l'orgoglio dopo le ultime deludenti prestazioni. La classifica, però, non sorride molto ai rossoneri.

Calcio
Pubblicato il 27 marzo 2014, alle ore 20:16

Mi piace
0
0
Orgoglio Milan, la vittoria a Firenze salva Seedorf

Dopo aver vinto l’ultima partita contro il Napoli, la Fiorentina fa i conti con l’orgoglio del Milan; Milan che, in questa partita si riscopre operaio, espugnando il Franchi per 2-0. Un goal per tempo, con la firma di Mexes e Balotelli, riporta un po’ di fiducia tra i rossoneri, dopo le ultime prestazioni un po’ deludenti e la posizione di mister Seedorf molto discussa.

Privo degli infortunati Rossi, Gomez, Pizarro, Vargas e numerosi altri giorcatori, Montella, costretto a mandare in panchina Aquilani, inserisce Fernandez a centrocampo, affidando le sorti dell’attacco al solito Matri, assistito da Cuadrado e Joaquin. Senza lo squalificato Poli e gli indisponibili Montolivo, De Sciglio, Abate ed El Shaarawy, invece, Seedorf propone Constant sulla fascia difensiva e Balotelli unica punta, sostenuto da Kakà, Honda e Taraabat, con un 4-2-3-1. 

Dopo un incredibile liscio di Honda ad inizio partita, è Matri a distinguersi per imprecisione sotto porta. Infatti, all’8′ impatta male di testa un cross a dir poco perfetto di Cuadrado, mentre al 10′ grazia Abbiati colpendo male al volo. I viola, in seguito, perdono capitan Pasqual per infortunio (al suo posto Roncaglia). Da questo momento i rossoneri guadagnano campo ed al 23′ passano in vantaggio. Neto respinge una punizione di Balotelli, Mexes infila di testa a distanza ravvicinata lo 0-1. Al 40′ sempre Milan, con una grande azione di Honda che mette al centro e Muntari che non centra lo specchio della porta. Il primo tempo termina, così, sul punteggio di 0-1. Ad inizio ripresa la Fiorentina è molto pericolosa: al 4′ Matri, per l’ennesima volta, si divora il pari mettendo a lato, di testa, dopo un impeccabile cross di Joaquin. Neanche un minuto e questa volta è Ambrosini che, con un tiro, colpisce l’esterno della rete dando l’illusione ottica del goal. La spinta dei viola, però, si riduce progressivamente. Il Milan, in questo modo, ha la possibilità di riordinare le proprie idee. Infatti, al 19′, grazie ad una punizione di Balotelli, arriva il raddoppio per i rossoneri. Iniziano i primi cambi per le due squadre; la Fiorentina tenta di reagire, cercando un goal per riaprire la partita. Nonostante i numerosi attacchi finali, i viola non riescono a trovare neppure un goal, grazie alla difesa compatta del Milan. Nulla da fare, dunque, per la Fiorentina. Partita persa 0-2.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!