Iscriviti

Nazionale: le condizioni degli azzurri

Risentimento al polpaccio sinistro per De Rossi. De Sciglio ha recuperato, Marchisio e Buffon non si allenano con il gruppo

Calcio
Pubblicato il 22 giugno 2014, alle ore 11:59

Mi piace
0
0
Nazionale: le condizioni degli azzurri

L’Italia dopo la sconfitta di Recife contro la Costa Rica, gli azzurri provano a dimenticare la pessima partita disputata e cominciano a prepararsi per la sfida di martedì 24 contro l’Uruguay di Tabarez. La Nazionale, partita già ieri con un volo charter, si allenerà presso lo stadio di Natal, città che ospiterà il terzo impegno Mondiale, l’ultimo del Girone D. In palio la qualificazione agli ottavi, uno scontro diretto che decreterà la seconda squadra che, insieme alla Costa Rica, passerà il turno. Agli azzurri basterà il pareggio grazie alla migliore differenza reti nei confronti di Cavani e compagni che giovedì hanno battuto l’Inghilterra con lo stesso risultato dell’Italia, ma che contro i «Ticos» hanno perso 3-1. Un gol di differenza che può essere decisivo, anche se non si possono fare calcoli, ci aspettiamo una vera finale.

Ci sono molte preoccupazioni per le condizioni fisiche degli azzurri, è toccato proprio al professor Enrico Castellacci capo dello staff medico della nazionale italiana, presentarsi ai microfoni rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Quanto riguarda la situazione De Rossi è’ altamente improbabile che Daniele  giochi la partita contro l’Uruguay, anche se quando si tratta di lesioni muscolari non ci sbilanciamo mai sulle possibilità di recuperi lampo, quindi non posso fare previsioni sul suo recupero”.

Sicuro invece il recupero di De Sciglio dal punto di vista medico. Il terzino, per fortuna, ora è in buone condizioni. Buone notizie anche sugli juventini Barzagli piccoli fastidi come sempre e Chiellini problemi alla schiena, in teoria anche su Buffon e Marchisio ma le loro condizioni non preoccupano minimamente, anche se i due non si sono allenati con il gruppo.

Infine Castellacci ha voluto mandare un messaggio anche sulla questione climatica, assicurando che il caldo non può e non deve diventare un alibi: “E’ vero che al sole le condizioni cambiano radicalmente rispetto all’ombra, ma non possiamo spiegare una sconfitta solo considerando l’aspetto ambientale. Quello è uno dei fattori, ma non certo l’unico. Ovviamente i giocatori della Costa Rica sono più avvantaggiati di noi in una situazione come quella di Recife, ma qui a Natal martedì le cose non cambieranno, quindi meglio arrivare preparati”.

Non ci resta che attendere la partita di martedi contro l’Uruguay sperando in un buon risultato per i nostri azzurri.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!