Iscriviti

Qualificazioni Euro 2020: Liechtenstein-Italia, le probabili formazioni

A Vaduz stasera l'Italia gioca per il primo posto e per diventare testa di serie agli Europei di calcio del 2020. Mancini cambia la formazione ma senza snaturare il modulo.

Calcio
Pubblicato il 15 ottobre 2019, alle ore 12:03

Mi piace
2
0
Qualificazioni Euro 2020: Liechtenstein-Italia, le probabili formazioni

L’Italia è già qualificata ad Euro 2020, è prima nel girone J e stasera gioca contro l’ultima in classifica a Vaduz. Mancini ha la possibilità di rivoluzionare la squadra pre fare tutti gli esperimenti possibili senza commettere l’errore di considerarla una partita amichevole.

L’obiettivo degli azzurri è di arrivare primi nel girone. Con le tre partite che mancano al termine delle qualificazioni non sembra un’impresa impossibile, se si pensa che l’unica partita davvero impegnativa è la trasferta in Bosnia.

Testa di serie ad Euro 2020

Mancini pur cambiando molto sa di non poter snaturare la squadra togliendole gioco e personalità. Il Liechtenstein non deve certo preoccupare l’Italia, ma si sa che a livello internazionale nulla è facile ed i calciatori del piccolo stato nelle Alpi faranno di tutto per ben figurare. Si gioca stasera alle 20.45 al Rheinpark Stadion di Vaduz. Mancini ha nel mirino il traguardo di Vittorio Pozzo e delle sue 9 vittorie consecutive in gare ufficiali tra il 1938 e il 1939.

L’Italia cambierà molto ma ha la necessità di vincere anche per aumentare la sua posizione nel ranking delle nazionali stilato dalla FIFA. Il Liechtenstein, dopo il pareggio contro l’Armenia, non ci starà a fare la parte dell’agnello sacrificale. Mancini cambia la squadra, ma mantiene alcuni punti fermi nei ruoli fondamentali: conferma infatti Bonucci in difesa e Verratti a centrocampo, oltre che Belotti in attacco. Sarà un turnover che coinvolgerà il 60% della squadra e chi entra non è certo da considerarsi una riserva.

La formazione quasi certa dell’Italia

L’Italia conferma il modulo 4-3-3: tra i pali ci sarà Sirigu che resta una garanzia; sulla destra Di Lorenzo, rivelazione del Napoli al debutto in Nazionale, in interregionale solo due anni fa; centrali Bonucci Romagnoli, con il rientrante Biraghi sulla sinistra; il centrocampo a tre vede i due romanisti Zaniolo e Cristante e la conferma di Verratti; in attacco Bernardeschi e Belotti, con El Shaarawy che torna nella formazione titolare dopo alcuni anni di assenza.

Come giocherà il Liechtenstein

Il Liechtenstein si schiera con un difensivo 4-5-1: in porta B. Buchel; in difesa una linea a quattro con Rechtensteiner a destra, Malin, Kaufmann centrali e Goppel sulla sinistra; sulla mediana una linea Maginot composta da Maier, Hasler, M. Buchel, Polverino (capitano dalle chiare e dichiarate origini italiane) e Weiser; in attacco il solo Salanovic. L’allenatore è l’islandese Helgi Kolviðsson.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tonino Iallorenzi

Tonino Iallorenzi - L'Italia di Mancini fin qui ha fatto bene e stasera non deve peccare di presunzione. Deve vincere e, se possibile, anche convincere ma la squadra di Vaduz non può certo essere un problema per l'Italia. Sono queste le partite dove si vede lo spessore di una Nazionale. Mancini lo sa, i giocatori che andranno in campo devono dimostrarlo per meritare la fiducia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!