Iscriviti

Lecce, 16enne colpisce arbitro con un pugno e lo manda in ospedale

Si sono vissuti momenti di tensione ieri pomeriggio durante una partita di Terza Categoria andata in scena in provincia di Lecce tra la Polis Bagnolo del Salento e la Soccer Guagnano. Un giocatore 16enne ha infatti sferrato un pugno al giovanissimo arbitro al termine del match.

Calcio
Pubblicato il 4 aprile 2022, alle ore 16:01

Mi piace
1
0
Lecce, 16enne colpisce arbitro con un pugno e lo manda in ospedale

Ascolta questo articolo

Quella andata in scena nella giornata di domenica 4 aprile è stata una giornata di campionato a dir poco movimentata e piena di tensione. Il torneo di calcio a 11 Terza Categoria Puglia ha registrato infatti diversi casi di cronaca che sono stati anche ripresi dalla stampa locale. Nel girone unico Brindisi-Taranto ha destato apprensione la vicenda di Gianni Sabella, il giocatore della Leone Soccer Tuturano che si è accasciato a terra dopo lo scontro con un avversario. 

Lo sportivo ha perso completamente conoscenza cadendo sul terreno di gioco, a poca distanza dalle panchine. Immediatamente il numero 9 della Leone Soccer è stato soccorso, mentre l’arbitro ha provveduto a sospendere la partita vista la situazione piuttosto seria. Sul posto si sono recate un’ambulanza e un’automedica che hanno soccorso il malcapitato, che ha poi ripreso i sensi ed è stato portato in ospedale per accertamenti. Ma un altro episodio ha destato l’attenzione dei pugliesi. Sempre in Terza Categoria e sempre nella stessa giornata un giovane 16enne ha sferrato un pugno ad un arbitro

Arbitro colpito violentemente

Nel girone unico della provincia di Lecce si giocava la partita tra Polis Bagnolo del Salento e Soccer Guagnano. Tutto sembrava procedere normalmente, quando il direttore di gara ha però deciso di espellere proprio un giocatore del Guagnano, il quale si era reso protagonista di un fallo, sanzionabile quindi a detta dell’arbitro. 

Il giovanissimo Nicolò Serra, 18 anni, ha quindi cacciato il cartellino rosso, invitando l’espulso a lasciare il campo, cosa che puntualmente lo sportivo ha fatto. Al termine della partita un 16enne della panchina si è recato dall’arbitro avendo da ridire circa la sua decisione. L’adolescente ha quindi sferrato un violentissimo pugno al direttore di gara, il quale è caduto a terra riportando diverse escoriazioni. L’arbitro ha poi raggiunto in maniera autonoma, accompagnato da un familiare, l’ospedale più vicino per farsi medicare.

Immediatamente il personale e i giocatori di entrambe le società sono intervenuti per calmare il ragazzino, evitando che la situazione potesse degenerare. In queste ore la Soccer Guagnano ha emanato un durissimo comunicato, con il quale si fa sapere che verranno presi dei seri provvedimenti nei confronti del 16enne, che rischia, oltre ai 5 anni di squalifica previsti in questi casi, una denuncia penale dallo stesso direttore di gara. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un episodio assurdo quello avvenuto in Terza Categoria che ha rovinato una bella giornata di sport. Sicuramente nei confronti del ragazzo saranno presi serissimi provvedimenti. Questi episodi non dovrebbero proprio succedere in nessuna categoria sportiva. All'arbitro, un giovanissimo ragazzo tra l'altro, auguriamo una pronta guarigione. Un gesto che non ha giustificazioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!