Iscriviti

Inter, un’altra stagione da dimenticare. Si prepara una nuova rivoluzione

I tifosi sognavano un'annata di gioie invece il campionato dell'Inter si avvia verso una conclusione molto deludente. Si parlava di scudetto ma per la squadra di Mazzarri ora è a rischio anche un posto in Europa League.

Calcio
Pubblicato il 29 marzo 2014, alle ore 09:47

Mi piace
0
0
Inter, un’altra stagione da dimenticare. Si prepara una nuova rivoluzione

Doveva essere l’anno della rifondazione e dell’inizio di un nuovo ciclo ed invece per l’Inter rischia di essere un’altra annata fallimentare.

La squadra di Mazzarri non ha saputo reagire alla sconfitta interna contro l’Atalanta e ieri sera contro l’Udinese è arrivato un altro mezzo passo falso. Va detto che i nerazzurri hanno trovato di fronte un super Scuffet ma quella contro la squadra di mister Guidolin è una delle tante occasioni sprecate dall’Inter che non ha sfruttato l’opportunità di queste due sfide interne che avrebbero portato Palacio e compagni, nel caso le avessero vinte entrambe, ad otto punti dalla Champions obiettivo che era stato dichiarato ad inizio anno.

Una squadra che ad inizio anno era partita bene tanto che si parlava addirittura di scudetto ma piano piano i valori di questa squadra sono venuti fuori: una squadra in cui manca un vero numero dieci in grado di saltare l’uomo e creare superiorità numerica, perchè sia Alvarez che Hernanes, gli uomini con più estro, stanno deludendo. Ma sono tutti i reparti ad aver deluso: Handanovic ha alternato prestazioni super ad altre molto scadenti, la difesa si è dimostrata sempre perforabile tranne nel mese tra febbraio e a metà marzo quando per diverse partite è rimasta inviolata, il centrocampo è il reparto che più ha deluso dove l’unico a salvarsi è stato Cambiasso mentre deludenti sono stati i vari Kovavic, Alvarez, Kuzmanovic e i già citati  Alvarez ed Hernanes. L’attacco è stato mantenuto tutto sulle spalle del solito Palacio autore di ben tredici reti ma dietro di lui c’è il vuoto con Icardi che sta giocando con continuità da diverse partite ma che non riesce ad ingranare, mentre Milito è un lontano parente del giocatore che ha incantato i tifosi per anni.

A questo punto ai nerazzurri resta solo l’obiettivo della conquista di un posto in Europa League ma la concorrenza è agguerrita dove nella corsa ai due posti si sono inserite anche Atalanta e Sampdoria oltre che la Lazio e Parma. Quel che è certo è che molto probabilmente per l’anno prossima ci sarà una nuova rivoluzione con molti giocatori che non faranno parte della rosa della prossima stagione.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!