Iscriviti

Inter, sui social impazza l’hashtag "#PenalizzazionePerlInter": i pagamenti intanto slittano a febbraio

I numerosi casi di penalizzazione in passato hanno scatenato i social, in tanti chiedono una forte penalizzazione all'Inter per i pagamenti arretrati.

Calcio
Pubblicato il 21 gennaio 2021, alle ore 00:56

Mi piace
3
0
Inter, sui social impazza l’hashtag "#PenalizzazionePerlInter": i pagamenti intanto slittano a febbraio

Che l’Inter sia in vendita non è più un segreto, ma l’attuale situazione della società sta diventando sempre più grave con il passare dei giorni. Per il momento Suning sta trattando la cessione con il fondo BC Partners, che dovrebbe valorizzare la squadra tra i 400 e 500 milioni di euro, oltre a risolvere il debito netto che si aggirerebbe sui 350-400 milioni.

Intanto in questi giorni Giuseppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter e consigliere della Lega Serie A, insieme ad Alessandro Antonello hanno voluto rassicurare i giocatori sul presente e sul futuro della società rivelando che le spettanze di luglio e agosto verranno saldate a febbraio. Un’altra situazione spinosa resta quella legata ad Achraf Hakimi, ma la prima rata al Real Madrid verrà versata il 30 marzo.

I social insorgono sulla crisi dell’Inter

La Lega viene accusata sui social di essere stata molto meno indulgente rispetto alle altre società che non hanno pagato gli stipendi a tempo. In Serie C ci sono stati numerosi casi come quelli del Catania, che proprio nella giornata del 74 esimo compleanno ha ricevuto ben 4 punti di penalizzazioni per questo motivo.

I primi a scatenarsi sono gli utenti di Twitter che hanno lanciato l’hashtag #PenalizzazionePerlInter in cui si può leggere: “Ora basta, stanno falsando un campionato e dando un’immagine degradante e sporca del nostro paese e della nostra Lega. Facciamoci sentire noi tifosi della Serie A” oppure: “È ora di alzare la voce e porre fine a questa buffonata il calcio è una cosa seria. se non si possono permettere la categoria in qui stanno devono fare un passo indietro e ripartire dai dilettanti”. Nello stesso momento viene lanciato anche l’hashtag #ilMioClubPagaGliStipendi, in cui vengono ribaditi più o meno gli stessi stipendi.

Secondo le ultime indiscrezioni poi si starebbe pensando anche di cambiare il logo, disegnato da uno dei fondatori, il grafico e pittore Giorgio Muggiani, nel lontano 1908. Da inizio marzo quindi l’Inter potrebbe cambiare nome e diventare Inter Milano (conosciuto già così all’estero) con le lettere “IM” nel nuovo logo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Che la Cina abbia chiuso i rubinetti non è una notizia di questi giorni, e già nel campionato cinese hanno deciso di tagliare fortemente questi rifornimenti in Europa. Ma mai mi sarei aspettato una situazione del genere, e resta assurdo che una squadra come l'Inter arretri i suoi pagamenti in così tanti mesi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!