Iscriviti

Il fine settimana delle big d’Europa in vista della Champions League

In Inghilterra prosegue il duello a distanza tra United e City. Trasferte per Barcellona e un Real Madrid in piccola crisi. Il Dortmund affronta il 'Gladbach nel derby tra Borussia. Il PSG di scena a Montpellier cerca pace dopo la burrasca Cavani-Neymar.

Calcio
Pubblicato il 22 settembre 2017, alle ore 15:04

Mi piace
4
0
Il fine settimana delle big d’Europa in vista della Champions League
Pubblicità

Weekend delicato quello che sta per arrivare: non per la presenza di big match quanto per la delicatezza delle partite che devono affrontare le squadre impegnate in Champions settimana prossima. Il rischio di sottovalutare l’avversario di turno o di effettuare un ampio turnover è ssempre molto alto.
In Premier League sarà un sabato intenso: le big, infatti, giocheranno quasi tutte in trasferta. Sulla carta la sfida più delicata parrebbe averla Antonio Conte che con il suo Chelsea sarà di scena nella tana dello Stoke City, avversario ostico da affrontare fuori casa.

Dovrà prestare attenzione anche Mourinho che incontra un Southampton in salute: ma il Manchester United, con la miglior difesa e il miglior attacco (al pari dei cugini del City, che affronteranno il fanalino di coda Crystal Palace), ha tutte le carte in regola per proseguire la sua marcia. Trasferta più agevole per il Tottenham di Pochettino che si sposta di qualche miglio nella capitale e al London Stadium (13.30) affronterà gli Hammers, in grande difficoltà negli ultimi due anni e con soli 4 punti all’attivo. Chiude il sabato pomeridiano, alle 18.30, il Liverpool, di scena al King Power Stadium di Leicester, dove Vardy&Co proveranno a replicare l’impresa di due anni fa quando proprio contro i Reds sferrarono l’attacco decisivo al titolo.

Trasferte anche per le big di Spagna: il Barcellona – a punteggio pieno – cerca l’allungo nell’inedito derby di Catalogna contro il Girona (sabato h. 20.45), mentre qualche ora prima il Real Madrid affronterà l’Alvaes, unica squadra a non aver ancora segnato un goal in Liga. Va detto, però, che i Blancos stanno attraversando un momento non facile: ottavi in classifica a -7 dagli arcirivali. Potrebbe essere questa la partita giusta per riprendersi e scaldare i motori in vista della più impegnativa trasferta di martedì sera a Dortmund contro il Borussia. Sfida tra seconda e terza: l’Atletico Madrid ospita il Siviglia in un match che si preannuncia molto interessante.

Non dovrebbe avere problemi in Bundesliga il Bayern Monaco che stasera affronta a domicilio il Wolfsburg: la squadra di Carlo Ancelotti ha così l’occasione di riportarsi in vetta almeno per una notte. Domani, infatti, il Dortmund avrà la posibilità di mantenere la leadership qualora battesse in casa l’altro Borussia, quello di Monchengladbach (ore 18.30). I gialloneri sono l’unica squadra dei cinque principali campionati europei ad avere la porta inviolata, segno di una grande manovra difensiva.

In Ligue 1 stasera è anche il turno del Monaco in un match da nord contro sud in quel di Lille. Domani alle 17 il Paris Saint-Germain cerca, invece,l’allungo solitario a Montpellier dopo la tempestosa settimana che ha visto Neymar e Cavani nell’occhio del ciclone.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Alessandro Badalin

Alessandro Badalin - Non dovrebbe essere un weekend da grandissimi scossoni per le 'grandi' d'Europa. In Inghilterra quest'anno sembra un affare a due tra le potenze di Manchester e ancora una volta pare ripresentarsi l'affasciante sfida tra Mourinho e Guardiola: sullo sfondo, però, attenzione a un Chelsea che con la grinta e la determinazione impressa dal DNA del proprio allenatore darà filo da torcere fino al termine. Sorprende in Spagna la piccola crisi del Real Madrid nel quale il meccanismo di gioco, nell'ultimo periodo, sembra essersi inceppato: i Blancos hanno l'obbligo di trovare la quadra per non permettere al Barcellona di fare un campionato in solitaria: difficile, infatti, che Atletico e Siviglia possano alla lunga reggere il confronto con i Blaugrana. Mi sembra un po' più incerta la situazione in Bundesliga dove il Bayern Monaco sarà sicuramente ancora protagonista ma il Dortmund dei giovani (il più vecchio, Piszczek, ha 32 anni) può impensierirlo. Attenzione, poi, all'Hoffenheim che ha già battuto i campioni in carica e si candida a ruolo di sorpresa. In Francia sarà un dominio targato PSG: dopo una stagione fallimentare hanno speso milioni per un attacco atomico e rischiano seriamente di perdere punti (forse) solo contro il Monaco.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!