Iscriviti

È morto Phil Masinga: l’ex calciatore del Bari aveva 49 anni

Un grave lutto colpisce il mondo del calcio: nella giornata di ieri, 13 gennaio, è morto Phil Masinga, ex attaccante della Salernitana e soprattutto del Bari.

Calcio
Pubblicato il 14 gennaio 2019, alle ore 10:06

Mi piace
4
0
È morto Phil Masinga: l’ex calciatore del Bari aveva 49 anni

È scomparso, all’età di 49 anni, l’ex attaccante del Bari e della Salernitana Philemon Raul Masinga. Un grave lutto che colpisce soprattutto il calcio italiano, poiché nelle sue stagioni in Italia ha lasciato un bellissimo ricordo alle sue tifoserie. Come rivela “Sky“, l’ex attaccante era gravemente malato da tempo ed era stato ricoverato lo scorso 21 dicembre a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

A rivelare il grave lutto è stato Buddha Mathathe, presidente della South African Masters: “Se n’è andato, la nostra leggenda è scomparsa. Non è giusto. E’ una tragica perdita per la sua famiglia e per l’intero Paese, si trattava di una leggenda internazionale”. In queste ore, stanno arrivando dei video di cordoglio anche sulle pagine ufficiali del Bari e della Salernitana.

La carriera di Phil Masinga

Philemon Raul Masinga è nato il 28 giugno 1969 a Klerksdorp, una città del Sudafrica facente parte della provincia del Nordovest. Il paese si trova a pochi km dal capoluogo della provincia di Gauteng, Johannesburg. La sua carriera inizia proprio nel suo paese, tirando i primi calci nelle giovanili del Kaizer Chiefs.

L’esordio in massima serie avviene al “Jomo Cosmos“, dove mostra tutte le sue abilità di bomber. La vera esplosione però avviene nel Mamelodi Sundowns, dove dal 1991 fino al 1994 realizza 108 presenze e 98 gol. Queste sue prestazioni attirano le sirene europee e si trasferisce così in Inghilterra nel Leeds. Qui non ottiene le fortune sperate e, qualche anno dopo, cambia di nuovo casacca, andando nel “San Gallo“, in Svizzera.

Nel 1997 viene acquistato dalla Salernitana – allenata da Franco Varrella – e, grazie alle sue quattro reti, aiuta la squadra a salvarsi. Nell’ottobre del 1997 viene ingaggiato dal Bari, rosa militante in Serie A. Durante il primo anno realizza 9 gol, mentre nella stagione successiva 11.

Dal 2000-2001, grazie all’esplosione di Antonio Cassano, viene spesso relegato in panchina. A 33 anni conclude la sua carriera nell’Al-Wahda.

Phil Masinga resta anche un simbolo dei “Bafana Bafana“: con la sua nazionale realizza 58 presenze e 18 gol, segnando anche il gol decisivo che qualifica il Sudafrica per il mondiale di Francia 1998.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Phil Masinga resta un simbolo per l'intero Sudafrica e per il Bari. Ogni tifoso della squadra pugliese, che ha vissuto la fine degli anni '90, ha un bel ricordo del calciatore sudafricano. Una scomparsa che fa comunque piangere il calcio italiano e in tanti in queste ore stanno lasciando un messaggio d'affetto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!