Iscriviti

È morto Bruno Bolchi, il primo giocatore ad essere rappresentato in una figurina Panini

Muore all'età di 82 anni l'ex calciatore dell'Inter Bruno Bolchi, ricordato soprattutto per essere stata la prima figurina stampata dalla Panini nel 61-62.

Calcio
Pubblicato il 28 settembre 2022, alle ore 15:20

Mi piace
1
0
È morto Bruno Bolchi, il primo giocatore ad essere rappresentato in una figurina Panini

Ascolta questo articolo

Nella giornata del 28 settembre, in una clinica di Firenze, è scomparso l’ex calciatore e allenatore Bruno Bolchi. Nato a Milano il 21 febbraio 1940, viveva da tempo a Pieve a Nievole ed era ricoverato da alcuni giorni a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Bruno Bolchi viene ricordato anche dalla Panini, siccome “Maciste“, così soprannominato da Gianni Brera ai tempi dell’Inter per la sua prestanza fisica, è stata la prima figurina stampata dal famoso album dei calciatori: “Nella notte ci ha lasciato all’età di 82 anni Bruno Bolchi, ex giocatore ed allenatore. Ricordato anche per essere diventato, il 27 agosto 1961, il primo giocatore ad essere rappresentato in una figurina Panini.

La lunga carriera di Bruno Bolchi

Muove i primi passi in Serie A nel 57-58 con l’Inter nel ruolo di centrocampista, e nei sette anni vissuti con la maglia dei nerazzurri totalizza 109 presenze e 10 gol. Dopo una breve parentesi in Serie B con il Verona, ritorna nella massima serie dapprima con l’Atalanta e poi 5 anni a Torino, per poi concludere la sua carriera da calciatore in Serie C1 con la doppia annata nella Pro Patria.

Proprio con la Pro Patria, nel 70-71, inizia ad avere sia il ruolo da calciatore che da allenatore e, dopo anni di gavetta passando per varie squadre come Pistoiese, Unione Valdinievole, Sorrento e Novara, nel 1983 ottiene la panchina del Bari chiamato direttamente da Vincenzo Matarrese.

Con la squadra pugliese costruisce il “Bari dei miracoli“, ottenendo la doppia promozione partendo dalla Serie C1 per arrivare fino alla Serie A e, nella Coppa Italia del 83-84, arriva fino alla semifinale sconfiggendo la Juventus e la Fiorentina, fermandosi solamente contro il Verona di Osvaldo Bagnoli.

Viene ricordato per essere stato l’allenatore delle promozioni in Serie A, poiché nella sua lunga carriera da allenatore ne ottiene quattro: la prima con il Bari nel 83-84, Cesena 86-87, Lecce 92-93 e Reggina 98-99, mentre dalla C1 alla B ci riesce due volte con il Bari e una volta con la Pistoiese.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Un giocatore sicuramente storico per via della figurina Panini, ma la carriera di Bruno Bolchi non si ferma solamente per questo amarcord. Infatti sia da calciatore (ove è stato per anni capitano dell'Inter) e poi come allenatore ha segnato la sua storia, con promozioni, salvezze e altre soddisfazioni che pochi riescono a ottenere.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!