Iscriviti

Crisi Real Madrid, Zidane a rischio esonero

La sconfitta per 3 a 0 alla prima di Champions League contro il PSG ha ufficialmente riaperto la crisi del Real Madrid. Decisive saranno le prossime 4 partite, vediamo chi potrebbero essere i possibili successori di Zidane.

Calcio
Pubblicato il 20 settembre 2019, alle ore 14:52

Mi piace
5
0
Crisi Real Madrid, Zidane a rischio esonero

Zinedine Zidane, il tecnico delle tre Champions League consecutive del Real Madrid, sembra aver già esaurito il credito. La partenza in Liga è stata tutt’altro che convincente e all’esordio stagionale in Europa è arrivata una pesante sconfitta ad opera del PSG, in una partita che ha raccontato le enormi difficoltà dei BlancosEden Hazard è stato autore di una prova decisamente negativa ed anche James Rodriguez ha deluso molto le attese. 

Il calcio che esprime il Real Madrid di Zidane non è più lo stesso rispetto a quello che ha dominato per tre anni consecutivi in Europa, e dei nuovi acquisti solo Hazard fino ad ora può essere considerato un titolare. La posizione di Zidane, dunque, è sotto esame anche se un suo esonero costerebbe parecchio ai Blancos: per il quotidiano catalano “Sport“, infatti, Florentino Pérez dovrebbe sborsare 80 milioni di euro poichè, lo scorso marzo, Zidane ha firmato un contratto di tre anni e mezzo a 13 milioni di euro netti a stagione.

Il Presidente del Real ha investito circa 300 milioni di euro in estate ma i risultati continuano a non arrivare. Inoltre, sembra ci siano state divergenze tra il presidente e l’allenatore per i mancati arrivi: Zidane infatti avrebbe voluto Paul Pogba, il Real ha anche provato a prendere Christian Eriksen, Donny van de Beek e Neymar ma alla fine non è arrivato nessuno.

Come riportano i giornali spagnoli, Xabi Alonso – ex centrocampista e attuale tecnico della Real Sociedad B – sembra essere la prima opzione di Florentino Pérez in caso di esonero dell’allenatore francese. Ma per molti Josè Mourinho potrebbe essere quello giusto.

Lo Special One, infatti, conosce il club ed ha la personalità giusta per portare avanti la rivoluzione intrapresa dalla società; il problema, in caso di ritorno di Mourinho, è legato al gruppo di senatori dei Blancos e in particolare a Sergio Ramos, anche se i tifosi hanno una voglia matta di vederlo tornare sulla panchina del Real.
Infine, anche Massimiliano Allegri, ex allenatore della Juve, è stato sondato come possibile candidato a sostituire Zidane.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Ivan Laurentino

Ivan Laurentino - Lo dicevo io che Zidane non doveva ritornare, doveva farsi ricordare come l'allenatore delle tre Champions League consecutive. Probabile che Florentino Pérez gli aveva fatto delle promesse sull'acquisto di nuovi giocatori. Comunque, in merito ai possibili sostituti: Xavi Alonso sarebbe un altro azzardo tipo Solari, Allegri ha un gioco che non convince, quindi secondo me l'ideale - anche per la personalità - sarebbe Mourinho.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!