Iscriviti
Napoli

Crisi Napoli, nelle ultime 13 partite una sola vittoria. Gennaro Gattuso ci va duro: "Squadra malata e senz’anima"

Una vittoria nelle ultime tredici partite per il Napoli, e la sconfitta con la Fiorentina butta quel poco di buono fatto contro la Lazio. E la squadra decide di andare in ritiro.

Calcio
Pubblicato il 20 gennaio 2020, alle ore 09:40

Mi piace
5
0
Crisi Napoli, nelle ultime 13 partite una sola vittoria. Gennaro Gattuso ci va duro: "Squadra malata e senz’anima"

La sconfitta contro la Fiorentina sembra sancire definitivamente il periodo negativo del Napoli. La squadra allenata da Rino Gattuso ha mostrato dei segnali positivi contro la Lazio, nella partita persa 1-0, mostrando per lunghi tratti del match un buon gioco.

Dopo la vittoria in Coppa Italia contro il Perugia, sabato ci si aspettava un Napoli che oltre alla vittoria potesse dare un segnale anche nel gioco. Le speranze della vigilia si sono spente immediatamente, poiché la squadra scesa in campo contro la Fiorentina è stata praticamente irriconoscibile, perdendo 0-2 in casa con soltanto 4 tiri in porta e tutt’altro che pericolosi.

La crisi del Napoli

I numeri raramente mentono, e in questa circostanza sono tutti a sfavore del Napoli. La squadra partenopea ha vinto soltanto una partita (2-1 contro al Sassuolo al 90esimo minuto) nelle ultime 13 giocate, registrando cinque pareggi e sette sconfitte.

Neanche il cambio dell’allenatore Carlo Ancelotti, che ha iniziato abbastanza bene la sua avventura a Liverpool con l’Everton, sembra aver dato la spinta necessaria alla squadra per dare il 100%. I giocatori che scendono in campo sembrano assai confusi ed i rinforzi come Demme e Lobotka, arrivati in questo mercato invernale, per motivi d’ambientamento e di lingua, probabilmente sarebbero stati più utili a giugno che ora.

Il duro sfogo di Gennaro Gattuso

La società del Napoli al momento mantiene un ‘silenzio assordante’, mentre Gattuso è andato in conferenza in ritardo per parlare con i suoi giocatori nello spogliatoio. Fermato da DAZN, Rino ha dichiarato seccamente: “Non c’è stato nessun passo indietro. Nel primo tempo abbiamo fatto qualcosina. Oggi bisogna chiedere scusa ai tifosi e alla città, è stata una prestazione imbarazzante. Per un allenatore è difficile spiegare quest’involuzione. Nelle ultime gare abbiamo fatto prove migliori, oggi qualcosina solo per 20-25 minuti. Siamo stati inguardabili”.

In conferenza stampa Gennaro Gattuso ha dichiarato la volontà della sua squadra di andare in ritiro, dopo aver rifiutato quello proposto da Aurelio De Laurentiis durante il periodo di Carlo Ancelotti. In merito Gattuso rivela: “Ho parlato con la squadra, i ragazzi hanno deciso di andare in ritiro. È stata una decisione loro, ero convinto che potessimo fare una grande partita invece è venuta fuori una prestazione imbarazzante”. Una scelta obbligata dagli ultimi risultati, e solo il tempo (che ormai è sempre più esiguo per il Napoli) farà capire se la decisione sia giusta o meno.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Situazione strana per una squadra che doveva essere l'antiJuve alla vigilia del campionato. La squadra è totalmente confusa e forse, per le troppe aspettative ad agosto, gli 11 titolari scendono in campo impauriti. Ad oggi la Serie B sembra impossibile, ma la media che sta tenendo la squadra allenata da Gattuso porta a pensare al peggio.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

20 gennaio 2020 - 13:06:55

E Ancelotti, svincolandosi e firmando per un'altra squadra, ha dato il ben servito a De Laurentiis che non potrà richiamarlo in caso di esonero di Rino :D

0
Rispondi