Iscriviti

CR7, un gestaccio da 20mila euro. Ma niente squalifica

Solo una multa per Cristiano Ronaldo dopo il gestaccio del 12 marzo contro l'Atletico Madrid dopo la rimonta nella gara di ritorno degli ottavi di Champions League. Questa la punizione decisa dalla Commissione disciplinare dell’Uefa.

Calcio
Pubblicato il 22 marzo 2019, alle ore 13:50

Mi piace
11
0
CR7, un gestaccio da 20mila euro. Ma niente squalifica

La Juventus e Cristiano Ronaldo tirano un respiro di sollievo dopo la sentenza della Commissione disciplinare dell’Uefa che, riunita a Nyon, ha deciso quale punizione dare al famoso calciatore che si è lasciato andare con un gestaccio inammissibile ovunque, tanto meno in campo.

Nell’andata dei quarti di finale di Champions League, Cristiano Ronaldo potrà giocare, la sua presenza nella squadra della Juventus Football è ritenuta fondamentale, dovrà però scontare la punizione decisa dalla Commissione disciplinare: una multa di 20mila euro. Questo il prezzo da pagare per il brutto gesto che CR7 ha rivolto alla squadra avversaria, l’Atletico Madrid, durante gli ottavi di finale.

Il gesto di Cristiano Ronaldo

Tutto è accaduto il 12 marzo alla fine della gara di ritorno fra Juventus e Atletico Madrid, svoltasi a Torino. Ronaldo ha fatto chiudere in gloria la partita, ma non ha saputo trattenere un gestaccio e la sua squadra è rimasta in ansia fino a ieri, non sapendo se avrebbe potuto ancora contare su di lui nella partita dei quarti di finale di Champions contro l’Ajax che si svolgerà ad aprile. Tra le ipotesi era stata messa in conto anche una squalifica del calciatore che avrebbe messo a dura prova i bianconeri in campo.

La Juve conta molto sull’attaccante portoghese che con “una tripletta allo Stadium della ‘remuntada’”, ha permesso alla squadra “di proseguire il proprio cammino nella massima competizione europea per club” si legge in adnkronos.com.

Il gesto di Cristiano Ronaldo, un idolo per molti giovanissimi, doveva essere preso in esame dalla Uefa che, per il solo fatto di aver aperto un’indagine disciplinare, si è pronunciata sulla non ammissione di alcun gesto volgare o offensivo come quello de ‘los huevos‘ di Ronaldo e di altri puniti per la stessa ragione. La Uefa nel comunicare l’apertura dell’indagine aveva giustificato la decisione “per l’etica e la disciplina”, secondo quanto chiede l’articolo 55 del Regolamento Disciplinare Uefa e ha poi preso in esame il “comportamento improprio del giocatore Cristiano Ronaldo“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - I ragazzi guardano e senza nemmeno riflettere imparano. Se poi il gestaccio è accompagnato da un motivo di esultanza ed è compiuto da un personaggio particolare, lo fanno diventare proprio e abituale, una moda. Secondo me hanno fatto bene a multare Ronaldo. Punire una squadra per un giocatore è come dare una punizione a tutta la classe perché un alunno si è comportato male.

Lascia un tuo commento
Commenti
Marco Brondo
Marco Brondo

23 marzo 2019 - 12:29:32

esattamente quello che prevedeva l'articolo (11) per il quale era stato incriminato. Chi si aspettava la squalifica è rimasto a bocca asciutta!

0
Rispondi
Giuseppe Chimenti
Giuseppe Chimenti

22 marzo 2019 - 14:01:47

Ci mancherebbe altro che lo squalificassero. Giusto così, multarlo come fatto in occasione dello stesso gesto fatto nella gara di andata da Simeone, allenatore dell'Atletico Madrid. Anzi, avrebbero dovuto multarlo con una cifra leggermente minore, per far capire a Simeone che il gesto di Ronaldo è stato fatto in risposta ad un gesto fatto da un allenatore che è colui che, all'interno di una squadra di calcio, dovrebbe essere il PRIMO a dare un buon esempio a tutti i componenti della sua rosa..!

0
Rispondi