Iscriviti

Coppa Italia: l’Udinese sogna la sua seconda finale

Fiorentina e Udinese si affrontano per il ritorno di Coppa Italia che decreterà la prima finalista. I friulani sognano una finale che manca dal 1922

Calcio
Pubblicato il 10 febbraio 2014, alle ore 11:45

Mi piace
0
0
Coppa Italia: l’Udinese sogna la sua seconda finale

Domani sera scendono in campo Udinese e Fiorentina per la semifinale di ritorno di Coppa Italia. Si parte dal 2-1 per i bianconeri che hanno a disposizione due risultati su tre per ottenere una finale di Coppa Italia che manca dal lontano 1922, quando persero contro il Vado. Inoltre l’Udinese vuole cercare di sfatare il tabù delle semifinali perse; infatti, dal 2000 sono ber quattro i sogni di gloria infranti ad un passo dalla finale. La squadra di Francesco Guidolin ha l’opportunità quindi di ottenere nuovamente una qualificazione in Europa, questa volta attraverso la coppa nazionale, visto il campionato non esaltante dei bianconeri. Infatti se l’Udinese dovesse arrivare in finale otterrebbe la qualificazione all’Europa League del prossimo anno, dato che l’altra finalista uscirà dall’incontro tra Napoli e Roma, due squadre che si qualificheranno con molta probabilità alla Champions League.

La Fiorentina, però, ha tutte le carte in regola per poter raggiungere la finale dato che per via del gol di Vargas all’andata basterebbe anche una vittoria di misura per 1-0 per ottenere la finale che manca dall’anno 2000-01 quando riusci a battere il Parma. Nonostante il risultato a sfavore, sono i viola ad essere i favoriti per il passaggio del turno per via di una rosa piu forte dei bianconeri e di un campionato che li sta vedendo protagonisti; ma l’Udinese di queste ultime giornate è apparsa in salute soprattutto grazie alla ritrovata forma di Totò Di Natale che vuole regalarsi un trofeo prima del ritiro annunciato a fine stagione.

Per quanto riguarda le formazioni, la squadra di Vincenzo Montella dovrebbe proporre un 4-3-3 con Joaquin e Cuadrado alle spalle di Matri e con Gomez  che oramai scalpita in panchina, pronto a subentrare a gara in corso; il tedesco non gioca una gara ufficiale da settembre.

L’Udinese invece dovrebbe optare per il 3-5-1-1, un modulo un po’ più coperto dato che le basta anche un pareggio per ottenere la qualificazione; in attacco, a far compagnia a Di Natale, dovrebbe esserci Nico Lopez e non Muriel.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!