Iscriviti

Champions League: Roma distrutta dal Liverpool, ma le due reti giallorosse danno speranza

Il Liverpool gioca cinquanta minuti nella parte centrale dell'incontro a ritmi insostenibili ed il protagonista è Salah, che realizza due reti e due assist. La Roma nel finale ci mette testa e cuore, segnando due gol e sfiorando il terzo: 5-2 per gli inglesi.

Calcio
Pubblicato il 25 aprile 2018, alle ore 13:16

Mi piace
11
0
Champions League: Roma distrutta dal Liverpool, ma le due reti giallorosse danno speranza

Il Liverpool batte la Roma per 5-2 nella semifinale di andata di Champions League, giocata ad Anfield, stadio e pubblico da brivido, che hanno sostenuto i Reds per tutti i novanta minuti dell’incontro cantando ed incitando i propri beniamini. La Roma schiera una formazione che vede la difesa a tre, punto dolente della gara negli uno contro uno sulle “frecce” offensive del Liverpool.

Per i giallorossi Under e Nainggolan sostengono Dzeko, mentre nei rossi il trio delle meraviglie Salah-Firmino-Mané (84 reti in stagione) è al completo. La Roma parte molto bene, giocando attenta e guardinga contro un Liverpool un po’ timido; la traversa su tiro di Kolarov, deviato da Karius, è il punto esclamativo su questa prima parte di gara giallorossa.

Poi esce fuori il Liverpool, inizia a correre e gioca, come sa fare, a ritmi insostenibili anche per le regine d’Europa: Mané sbaglia un gol, manda alle stelle una seconda conclusione, Salah chiama alla parata Alisson. Quindi c’è la rete: Salah rientra in area sul lato destro e gira la palla sul secondo palo: 1-0 per l’ex giallorosso che, dopo la traversa di Lovren, infila in contropiede ed in velocità la difesa giallorossa, portando in un lampo i Reds sul 2-0.

Nel secondo tempo il Liverpool riparte ancora velocissimo e per 25 minuti continua a tirare in porta, arrotondando alla grande: Mané. su assist di Salah, fa il 3-0, poi Firmino segna anticipando i difensori per il 4-0, quindi il 5-0 di testa. La Roma pare azzerata, però riesce a ragionare e con il cuore e la testa si getta ordinatamente in attacco.

Il Liverpool abbassa i ritmi e prima Dzeko firma una rete simile a quella dell’1-4 a Barcellona, trovando l’1-5, pochi minuti dopo c’è un fallo di mano in area, quindi rigore e rete di Perotti: è 2-5; nei minuti successivi i giallorossi rischiano anche di segnare il terzo gol, sfiorandolo in più occasioni. La sfida finisce 5-2 per i Reds.

Al ritorno la Magica dovrà compiere un’altra impresa come quella con il Barça: 3-0 o 4-1 sono risultati validi per la qualificazione giallorossa. Servirà cambiare il modulo difensivo e non lasciare in uno contro uno gli attaccanti del Liverpool, che hanno ora raggiunto gli 89 gol in stagione; solo così nella Capitale i tifosi e la squadra potranno sperare in un’altra serata da sogno.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - La Roma non digerisce proprio le gare in trasferta: nelle gare di ottavi, quarti e semifinale di questa stagione ha sempre perso, recuperando e passando il turno nel ritorno casalingo nelle prime due occasioni; stavolta serve una grande impresa, simile a quella compiuta contro il Barcellona. Resta da vedere come sarà l'atteggiamento del Liverpool: se fosse quello attendista degli ultimi venti minuti, la Roma può sperare, perché è quando gioca in corsa e in verticale che i Reds fanno paura. Aspettiamo una settimana e sapremo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!