Iscriviti

Champions League: concluse le prime partite, male la Juventus, un punto per la Roma

Ieri, martedì 12 settembre, si sono concluse le prime partite di Champions League. Male la Juventus che in Spagna, con numerose assenze, perde 3-0; meglio la Roma che, anche se sotto attacco dell'Atletico Madrid di Simeone, riesce a guadagnare 1 punto.

Calcio
Pubblicato il 13 settembre 2017, alle ore 17:39

Mi piace
4
0
Champions League: concluse le prime partite, male la Juventus, un punto per la Roma
Pubblicità

Si è conclusa la prima parte della prima giornata di Champions League, ieri hanno giocato due italiane, la Juventus di Massimiliano Allegri contro il Barcellona, che con numerose assenze perde 3-0 contro i blaugrana che possono vantare (e lo fanno benissimo) un Messi scatenato, che segna 2 reti, e lancia subito un segnale forte al suo rivale Cristiano Ronaldo e al suo Real Madrid che stasera dovranno affrontare l’Apoel Nicosia. L’altra italiana, la Roma di Eusebio Di Francesco, pareggia in casa contro l’Atletico Madrid di Simeone, ma l’Altletico domina in lungo e in largo, volano Chelsea e Paris Saint-Germain, ecco tutti i risultati.

Nel girone A la partita più attesa è quella tra Manchester United e Basilea, con i red devils che vincono per 3-0 e che non si fanno abbattere dall’infortunio di Paul Pogba che viene sostituito al 19′ da Fellaini, ed è proprio il belga a segnare il vantaggio per gli inglesi al 35′, raddoppio di Lukaku al 53′ e k.o. definitivo che porta il nome di Marcus Rashford all’84′, vince nello stesso girone anche il CSKA Mosca contro il Benfica per 2-1, prima rete per i portoghesi al 50′ con Saferovic, raggiunto al 63′ da un rigore siglato da Vitinho e vantaggio russo al 71′ con Zhamaletdinov.

Classifica Girone A:

  1. Manchester United (3)
  2. CSKA Mosca (3)
  3. Benfica (0)
  4. Basilea (0)

Nel girone B vincono entrambe le candidate a passare il turno, Bayern Monaco-Anderlecht finisce 3-0, rosso per Kums dell’Anderlecht all’11’ e gol di Lewandowski al 12′ con un calcio di rigore, raddoppio di Thiago Alcantara servito da Kimmich al 65′, e poi è proprio Kimmich, servito a sua volta da un ritrovato Boateng al 90′ a chiudere la partita e a portare il risultato sul 3-0 definitivo. I francesi del Paris Saint-Germain vincono invece per 5-0 contro il Celtic in Scozia, reti (ovviamente) di Neymar al 19′, Mbappè al 34′, Cavani al 40′(rig,),85′, infine l’autogol di Lusting all’83′. Il matador Cavani con questo trio sembra finalmente essere rinato ed essere tornato il bomber che era ai tempi del Napoli, e che non dimostrava (nonostante i tantissimi gol anche a Parigi) a causa di un Ibrahimovic impressionante anche in Francia.

Classifica Girone B:

  1. Paris Saint-Germain (3)
  2. Bayern Monaco (3)
  3. Anderlecht (0)
  4. Celtic (0)

Nel girone C – quello della Roma – stravince il Chelsea in casa contro il Qarabag per 6-0, l’armata di Conte passa in vantaggio al 5′ con Pedro, raddoppio del neo acquisto Zappacosta al 30′ con un gol da incorniciare (anche se resta il dubbio che in realtà il terzino italiano avesse in mente un cross invece che un tiro, nonostante ciò ne è uscito un eurogol che vi invitiamo a vedere), terzo gol di Azpilicueta al 55′, poker di Bakayoko al 71′, al 75′ arriva anche il gol per l’attaccante Batshuayi, infine la partita si conclude con l’autogol di Medvedev all’82′. L’altra partita del girone era quella che ha visto coinvolta la Roma contro l’Atletico Madrid, nonostante il vantaggio di giocare in casa la squadra di Di Francesco non riesce a sfruttare l’effetto campo, anzi è la squadra spagnola a dettare legge in campo, la Roma si salva grazie al portiere Allison, autore di una super prestazione, e anche grazie ad un palo colpito da Saul Niguez.

C’è amarezza nelle parole di Edin Dzeko, l’attaccante della Roma ha parlato dopo la partita ai microfoni di Mediaset Premium dicendo: “Se mi trovo meglio con Di Francesco o Spalletti? È difficile dirlo, lo scorso anno ho fatto tanti gol, quest’anno sarà più difficile. Stasera ho toccato pochi palloni, spero in futuro di giocarne di più per segnare. Ci manca Totti? Non solo lui, ma anche Salah. Lui e Nainggolan lo scorso anno giocavano più vicino a me, oggi sono più lontani, ma ci dobbiamo abituare a questo sistema di gioco nuovo“.

Dopodiché è il turno del centrocampista belga Radja Nainggolan che invece è soddisfatto della squadra e dice: “Per la fiducia è un punto importante, abbiamo avuto qualche occasione nel primo tempo dove dovevamo fare meglio. Il pareggio è comunque un buon risultato contro un avversario importante. Siamo all”inizio della stagione, ci sono alcuni nuovi giocatori e ci vorrà ancora del tempo per essere al 100% nei 90 minuti. C’è un nuovo allenatore e un nuovo sistema di gioco, non siamo dei robot, ci vorrà del tempo per giocare come vuole il nuovo mister.“.
Infine è il portiere Allisson, protagonista in positivo per la Roma, autore di quatttro parate che hanno salvato la squadra, a parlare e ammette: “Ho aspettato tanto per giocare, ma questo è il calcio. Grazie a tutti i compagni per i complimenti, mi hanno aiutato. E’ stata una gara molto difficile, ma la porta è rimasta imbattuta. Dedica a Spalletti? No, lui mi vuole bene e io ne voglio a lui, ho imparato tanto“.

Classifica Girone C:

  1. Chelsea (3)
  2. Roma (1)
  3. Atletico Madrid (1)
  4. Qarabag (0)

Nel girone D, che vede coinvolta la Juventus, si sono affrontate Olympiakos-Sporting, partita terminata 2-3 in favore dei portoghesi reti di Doumbia al 2′, Martins 13′ e Bruno Fernandes 43′, l’Olympiakos si sveglia solo negli ultimi minuti del secondo tempo riuscendo a segnare al 89′ e 93′ con Pardo. Ma la partita che interessa di più di questo girone è quella tra Barcellona e Juventus, terminata 3-0 in favore dei blaugrana che vantano un Leo Messi scatenato che lancia un chiaro segnale al suo rivale Cristiano Ronaldo e al suo Real Madrid che staserà affronterà in casa l’Apoel Nicosia.

La Juventus gioca bene e crea molte occasioni nel primo tempo, ma alla fine crolla, e Leo Messi non si fa sfuggire l’occasione e al 45′, dopo uno scambio con Suarez, insacca l’1-0, raddoppio che arriva alla ripresa con Rakitic al 56′ e 3-0 definitivo siglato ancora dalla ‘Pulce’ al 69′.
Durante la partita non è passato inosservato il gesto di Higuain che, sostituito, rivolge il dito medio verso i tifosi blaugrana, i quali non hanno di certo dimenticato il passato ‘Blanco’ del Pipita; oggi l’Uefa ha fatto sapere di non prendere provvedimenti nei confronti dell’attaccante argentino.

La sconfitta della Juventus è stata anche complice dei numerosi infortuni e squalifiche (Cuadrado) che hanno costretto la squadra di Allegri a fare un numeroso e non voluto turnover, ma così non la pensa Allegri che ha infatti twittato: “Quando si sbagliano partite semplici, è impossibile vincere partite complicate“.

Classifica Girone D:

  1. Barcellona (3)
  2. Sporting Lisbona (3)
  3. Olympiakos (0)
  4. Juventus (0)

Si torna stasera con la Champions League, tra le partite da seguire ci sono quella tra Shaktar e Napoli, Liverpool-Siviglia e Tottenham-Borussia Dortmund.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giuseppe Pio Madeo

Giuseppe Pio Madeo - Finalmente è tornata la Champions League, però non è tornata come ci aspettavamo, con una Juventus che sembra portarsi ancora dietro i fantasmi di Cardiff; come allora, la Juventus gioca un ottimo primo tempo, ma torna svogliata nella ripresa; è su questo che dovrà lavorare bene Allegri per far tornare la Juventus ai livelli dell'anno scorso. Male anche la Roma che viene surclassata da un ottimo Atletico che però non va oltre il pareggio. Speriamo che almeno stasera un'italiana, il Napoli di Sarri, troverà la vittoria in Champions League che è sfuggita alla Roma e alla Juventus.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!