Iscriviti
Milano

Champions League: Barella salva l’Inter, solo 1-1 contro lo Slavia Praga

Un gol nel finale dell’ex giocatore del Cagliari evita la sconfitta casalinga ai nerazzurri all’esordio nei gironi di Champions League. I cechi erano passati in vantaggio con Olayinka.

Calcio
Pubblicato il 18 settembre 2019, alle ore 10:06

Mi piace
11
0
Champions League: Barella salva l’Inter, solo 1-1 contro lo Slavia Praga

Esordio stentato per l’Inter di Antonio Conte nella Champions League 2019-2020. I nerazzurri non sfruttano il fattore campo contro lo Slavia Praga e rischiano addirittura la sconfitta, evitata dal gol in pieno recupero di Barella. Per passare il turno ci vorrà una squadra diversa contro Barcellona e Borussia Dortmund.

In sessantamila a San Siro per assistere all’esordio della squadra nerazzurra nel girone F della Champions League, dopo le tre vittorie nelle prime tre gare di campionato, che per il momento collocano l’Inter in testa alla classifica di serie A. Sfida inedita contro i cechi dello Slavia Praga, forse l’avversario più semplice del raggruppamento, che comprende anche Barcellona e Borussia Dortmund.

Antonio Conte ripropone il suo 3-5-2 con Handanovic tra i pali; D’Ambrosio, De Vrij e Skriniar in difesa; Gagliardini, Brozovic, Sensi, Candreva e Asamoah a metà campo; in attacco Lukaku e Lautaro Martinez. Tre cambi rispetto alla gara di sabato contro l’Udinese con Godin, Barella e Politano che partono dalla panchina.

Poca roba nel primo tempo, con i nerazzurri che non riescono a pungere e sbattono contro il muro della squadra ospite. Sono i cechi ad avere la prima occasione con Stanciu in apertura di gara, attento Handanovic. I nerazzurri ci provano con De Vrij, Lautaro Martinez, Lukaku e D’Ambrosio, ma senza fortuna.

Nella ripresa, dopo un doppio tentativo di Sensi e Lautaro Martinez, sale in cattedra lo Slavia Praga che si rende pericoloso con il solito Stanciu e trova il vantaggio al 63’ con Olayinka. Il giocatore nigeriano approfitta di una dormita della difensa nerazzurra, ferma dopo il miracolo di Handanovic sulla conclusione di Zeleny.

L’Inter accusa il colpo e rischia di capitolare ancora. Stanciu prima e Masopust dopo, sfiorano il raddoppio. Conte corre ai ripari e manda in campo Barella e Politano, al posto di Brozovic e Lautaro Martinez. I cambi sembrano rivitalizzare i nerazzurri che provano l’assalto finale e al 92’ trovano il pari, proprio con il nuovo entrato Nicolò Barella, lesto a ribadire in rete un pallone respinto dalla traversa su calcio di punizione di Sensi.

Sospinti dai loro tifosi, i nerazzurri provano nell’impresa di vincere la partita, ma lo Slavia Praga resiste e porta a casa un punto, alla vigilia insperato, e che mette in seria difficoltà l’Inter per il proseguo della competizione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Dopo le tre vittorie in campionato l’Inter era chiamata all’esame Champions League, contro la squadra più facile del girone di ferro in cui è capitata. I nerazzurri sono apparsi poco brillanti ed hanno rischiato la figuraccia casalinga. Adesso la squadra di Conte dovrà andare a fare risultato in casa del Barcellona per poter rimanere in gioco per la qualificazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!