Iscriviti

Calciomercato Inter: Hakimi in partenza, direzione Parigi

Sono stati giorni molto particolari per l'Inter, che ha prima visto andar via Antonio Conte e arrivare Simone Inzaghi (prevista a momenti l'ufficialità), ora sembra essere vicina anche la tanto discussa cessione del big per poter risanare le casse del club.

Calcio
Pubblicato il 30 maggio 2021, alle ore 10:32

Mi piace
2
0
Calciomercato Inter: Hakimi in partenza, direzione Parigi

Sembra essere imminente la cessione di Achraf Hakimi in direzione Paris Saint-Germain. Questa cessione sembra essere quella che permetterebbe di risanare le casse del club Campione d’Italia, infatti l’obiettivo di Zhang e di tutta la dirigenza è quello di chiudere questa finestra di mercato estiva con un attivo di 80 milioni di Euro.

Questi 80 milioni di Euro potrebbero venire raggiunti grazie, soprattutto, alla cessione, appunto, di Achraf Hakimi, la prima offerta del club francese (tra i 50 ed i 60 milioni di Euro) è stata direttamente rispedita al mittente (come ha spiegato lo stesso Gianluca Di Marzio, per meno di 60 milioni l’Inter non avrebbe mai trattato), contemporaneamente il club ha fissato il prezzo per il 22enne marocchino, appunto 80 milioni di Euro, che il club francese sembra essere pronto a sborsare (in ogni caso sarà propenso a sborsare una cifra molto vicina a questa).

A maggior ragione il club ha deciso di non riscattare Alessandro Florenzi, che farà dunque ritorno alla Roma dove potrà essere visionato da vicino dal tecnico José Mourinho, ormai è deciso: punteranno tutto su Hakimi.

Questa cessione (non ne sono previste altre) è stato il motivo principale per cui Antonio Conte ha deciso di chiudere anticipatamente la sua avventura nel club milanese, c’è da dire, però, che non era stata già decisa quale cessione affrontare ma era stato solo deciso di seguire una politica di ridimensionamento dei costi, obbligatoria visto il particolare periodo che la pandemia ha causato.

Adesso i tifosi dell’Inter si stanno chiedendo una sola cosa: chi rimpiazzerà Hakimi? Marotta sembra aver già trovato il sostituto, si tratta di Emerson Royal, terzino/esterno destro del Betis Siviglia, valutato intorno ai 20/25 milioni di Euro, ma fino a quando non verrà venduto Hakimi, ovviamente, non si farà niente.

Se dovesse andare in porto la cessione di Hakimi permetterebbe alla società di avvicinarsi alla soglia posta come obiettivo degli 80 milioni di Euro in attivo, cifra che dovrebbe poi essere raggiunta grazie alle cessioni degli “esuberi”, primo tra tutti Joao Mario verrà infatti riscattato dallo Sporting Lisbona per una cifra intorno agli 8/10 milioni di Euro, seguito (quasi sicuramente) da Radja Nainggolan, Arturo Vidal, Stefano Sensi, che piace a club di Serie A (Fiorentina) e stranieri (Shakhtar Donetsk), Roberto Gagliardini e Andrea Ranocchia, ma ovviamente l’imminente arrivo di Simone Inzaghi (che ha firmato il contratto che lo legherà ai nerazzuri stamattina, 29 maggio, e che dovrebbe essere annunciato entro poche ore) potrebbe rimescolare le carte in tavola.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giuseppe Pio Madeo

Giuseppe Pio Madeo - Questa politica di ridimensionamento dei costi è una politica scelta da molti club, italiani e non, la cessione di Hakimi mi sembra quella più plausibile, perché si tratta di uno dei pochi calciatori, insieme a Lautaro, Lukaku e Barella, che nonostante la difficile situazione economica, permetterebbe di monetizzare quanto più possibile, ed inoltre Hakimi, paragonato agli altri tre, sembra essere quello "meno importante" per l'Inter (almeno così è sembrato con Conte).

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!