Iscriviti

Calciomercato: incontro De Laurentiis-Ancelotti, possibile contratto per la panchina del Napoli

Dopo un incontro a Roma tra il patron del Napoli ed il tecnico emiliano, c'è in vista un contratto di tre anni a cinque milioni di euro. Intanto tra Conte ed il Chelsea siamo alle battute finali, Sarri può puntare a Londra ed Emery verso l'Arsenal.

Calcio
Pubblicato il 23 maggio 2018, alle ore 11:20

Mi piace
9
0
Calciomercato: incontro De Laurentiis-Ancelotti, possibile contratto per la panchina del Napoli

ROMA – De Laurentiis consegna la guida del Napoli a Carlo Ancelotti. Dopo un incontro presso la sede di produzione cinematografica, la Filmauro, si è arrivato ad un accordo che prevede per il tecnico emiliano un contratto di tre anni per un compenso di cinque milioni di euro netti a stagione, più bonus. Il tre volte vincitore della Champions League è reduce dall’avventura con il Bayern Monaco. A difendere la porta azzura, fino a qualche giorno fa difesa da Pepe Reina, ci sarà Bernd Leno, portiere del Bayer Leverkusen, il quale sarà probabilmente il primo acquisto del Napoli della prossima stagione.

Conte-Chelsea: tra Conte ed il Chelsea siamo ormai “alla frutta”. Per giovedì è previsto un incontro per parlare dell’ultimo anno di contratto e stabilire l’ammontare economico dell’addio del tecnico italiano. E’ sicuro però che Conte lasci la panchina londinese, malgrado i titoli conseguiti nelle due stagioni precedenti con uno Scudetto vinto l’anno scorso ed una Fa Cup vinta sabato scorso ai danni del Manchester United.

Questi titoli raccontano di come il tecnico italiano sia capace di raccogliere successi, in condizioni difficili, ma riuscendo a gestire bene lo spogliatoio. Tuttavia, ciò che non va sta nel fatto che già da tempo il rapporto tra lui e la società non funzionava più. E’ il mercato il punto dolente della crisi, dove sono sorte diverse incomprensioni tra le parti.

Sarri: nel contenzioso tra Chelsea e Conte, potrebbe inserirsi Sarri ma, sebbene i contatti con il tecnico toscano durino già da tempo, in pole position nella corsa alla panchina del Chelsea vi è ancora Pochettino, allenatore del Tottenham, ma non sarà facile strapparlo agli Spurs, vista la grande rivalità che c’è tra i due club. Si era pensato, per il dopo Conte, anche a Max Allegri, prima che quest’ultimo decidesse di rimanere alla Juve.

Emery: altro tecnico considerato dal Chelsea è Luis Enrique, ex Roma e Barcellona, il quale per molto tempo era stato associato alla panchina dell’Arsenal. I Gunners devono gestire il post-Wenger, e la dirigenza sta pensando di chiamare alla guida della panchina Unai Emery, che da poco ha divorziato con il Psg. All’Arsenal si sperava anche in un contatto con Ancellotti, il quale poi – come detto – si è incontrato con De Laurentiis per un eventuale post-Sarri, che ha avuto richieste da Monaco e Zenit.

Per il momento si tratta di ipotesi e toto-allenatori; le certezze riguardano le panchine del West Ham e del Borussia Dortmund, affidate rispettivamente a Manuel Pellegrini Lucien Favre.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanni Schiano

Giovanni Schiano - Certo, ripartire dopo Sarri con un allenatore del calibro di Ancelotti, significa che il Napoli di sicuro resterà nei piani alti del calcio, non solo italiano, ma anche internazionale. Il tecnico di Reggiolo (RE) è sicuramente un degno erede di un grande allenatore che, se dovesse andar via, sicuramente lascerà il segno nel cuore dei tifosi partenopei.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!