Iscriviti

Playoff NBA: Milwaukee e Golden State battono Boston e Memphis, bene Antetokounmpo e Jordan Poole

Nella serata di ieri, primo maggio, sono andate in scena le prime due semifinali di Conference NBA, i Milwaukee Bucks di Antetokounmpo hanno battuto i Boston Celtics 101-89, mentre i Golden State Warriors hanno battuto 117-116 i Memphis Grizzlies.

Basket
Pubblicato il 2 maggio 2022, alle ore 15:21

Mi piace
1
0
Playoff NBA: Milwaukee e Golden State battono Boston e Memphis, bene Antetokounmpo e Jordan Poole

Ascolta questo articolo

Iniziano alla grande le semifinali di Conference NBA, nel pomeriggio di ieri è andata in scena la prima semifinale delle Eastern Conference tra Milwaukee e Boston Celtics, con i campioni in carica che hanno sconfitto Tatum e compagni per 101-89, l’MVP delle scorse Finals NBA Giannis Antetokounmpo ha messo a referto una tripla doppia con 24 punti, 13 rimbalzi e 12 assist.

Quella di Milwaukee è una prestazione sicuramente ottima, ma assume un significato ancora più grande se si pensa che è stata ottenuta senza il secondo miglior giocatore della squadra, ovvero Khris Middleton, alle prese con una distorsione al legamento del ginocchio sinistro.
Ottima prestazione anche per Jrue Holiday, miglior marcatore dell’incontro con 25 punti (insieme a 10 rimbalzi e 5 assist).

I Bucks sono riusciti ad arginare quella che è la miglior difesa della Lega grazie ad un attacco fenomenale, ma anche la difesa dei campioni in carica non è stata da sottovalutare, basti pensare che il pericolo numero uno dei Boston Celtics, Jayson Tatum, ha messo a referto “solo” 21 punti, ma con un 6/18 al tiro, mentre Jaylen Brown ha messo a referto 12 punti con un 4/13 al tiro e 9 rimbalzi.

La seconda gara della serie sarà nella notte il 4 maggio, ore 1.30 italiane, con Boston che cercherà di portare la serie in parità prima di trasferirsi dal TD Garden al Fiserv Forum, casa dei Milwaukee Bucks.

Sempre ieri, è andata in scena anche la prima semifinale di Western Conference, tra i Memphis Grizzlies ed i Golden State Warriors.
A differenza della gara tra Boston e Milwaukee, quella tra i Warriors ed i Grizzlies è stata una gara molto più combattuta, come dimostra anche il risultato finale di 116-117.

Da segnalare due grandi prestazioni tra le fila dei Grizzlies, con un Ja Morant in grado mettere a segno una doppia-doppia con 34 punti, 9 rimbalzi e 10 assist, così come Jaren Jackson, che ha messo a referto 33 punti, 10 rimbalzi ed un assist (rispettivamente miglior marcatore, e secondo miglior marcatore dell’incontro).

Ma, nonostante queste due grandi prestazioni, Memphis non è riuscita ad evitare la sconfitta, grazie ad un’ottima prestazione di Jordan Poole, in uscita dalla panchina, in grado di segnare 31 punti (migliore tra i Warriors), accompagnati da 8 rimbalzi e 9 assist, insieme al “solito” Steph Curry che ha siglato 34 punti.

Nota negativa tra le fila dei Warriors è stata l’espulsione di Draymond Green, espulso prima dell’intervallo dopo aver prima colpito al volto e poi tirato la maglia, facendolo finire a terra, Brandon Clarke.

La seconda gara di questa andrà in onda (così come Gara-2 tra Milwaukee e Boston) il 4 maggio, due ore dopo l’altra sfida, quindi alle 3.30 (ora italiana).

L’appuntamento con le semifinali di Conference è tra poche ore, in quanto all’1.30 del 3 maggio andrà in scena Gara-1 tra i Miami Heat di Butler (in dubbio a causa di un infortunio al ginocchio) e i Philadelphia 76ers che dovranno fare a meno di Joel Embiid, out a causa di una commozione celebrale, si parla di un probabile ritorno per Gara-3. 
Successivamente, andrà in scena alle 4.00 l’altra semifinale di Conference tra i Phoenix Suns ed i Dallas Mavericks.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giuseppe Pio Madeo

Giuseppe Pio Madeo - Bellissime partite quelle di ieri, Milwaukee ha dimostrato la sua potenza contro la miglior difesa dell'intera lega in una gara dove era chiaro fin da subito che non avrebbero lasciato ai Celtics la possibilità di dire la loro, i Bucks si confermano un'ottima squadra che non ha niente da invidiare alle altre contendenti e, a parer mio, resta la favorita per la vittoria finale. Golden State, invece, si dimostra ancora una volta un'ottima squadra, ma occhio a Ja Morant e compagni, che potrebbero rivelarsi un osso duro da battere, così come hanno dimostrato già in Gara-1.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!