Iscriviti

NBA The Finals, 5 giugno 2019: un Curry fenomenale non basta, i Raptors passano in casa di Golden State

I 47 punti di Stephen Curry non servono alla causa di Golden State: Toronto domina per tutta la partita e ripristina la sua situazione di superiorità con il 2-1 nella serie.

Basket
Pubblicato il 6 giugno 2019, alle ore 12:00

Mi piace
15
0
NBA The Finals, 5 giugno 2019: un Curry fenomenale non basta, i Raptors passano in casa di Golden State

Nella notte delle NBA The Finals di mercoledì 5 giugno 2019 si è giocata gara 3.
I Toronto Raptors passano sul parquet dei Golden State Warriors per 123-109. Toronto passa avanti subito, gioca all’attacco e non attende di prendere in contropiede gli avversari, i Warriors subiscono per la sesta gara di fila lo svantaggio di 10 o più punti nel primo tempo e chiudono i primi dodici minuti limitando i danni, i Raptors guidano per 36-29.

La frazione successiva non vede sconvolgimenti particolari nel punteggio, ma Stephen Curry, con le assenze di Thompson, Durant e Looney da sopperire, sprigiona le sue immense doti e spinge la squadra a rimanere in corsa per la vittoria, segnando a ripetizione: Toronto si comporta comunque con ordine e tiene il vantaggio in tempo per l’intervallo, sul 60-52.

I ritmi del terzo quarto sono decisamente più elevati, Kawhi Leonard difende, attacca e recupera palloni da vero leader per i Raptors, Danny Green segna conclusioni da tre molto importanti ed i Warriors paiono accomodarsi, ma non è così, reagendo ai molti canestri avversari. Nel finale di parziale i padroni di casa cedono punti fondamentali e si ritrovano sotto di tredici lunghezze, 96-83.

I Raptors giocano il miglior basket di tutta la serie nel quarto conclusivo, quando i guerrieri di Oakland tentano di rimontare: le mani dei tiratori non tremano, Fred VanVleet infila una conclusione da tre quasi impossibile e chiude i conti in modo definitivo. Toronto vince per 123-109, con un predominio marcato, si porta sul 2-1 nella serie e si carica nel migliore dei modi per gara 4, sempre in California.

Nei Raptors Kawhi Leonard guida la squadra con il solito piglio e con i numeri da fuoriclasse, marcando 30 punti, 7 rimbalzi e 6 assist, Kyle Lowry interpreta la sfida da leader con 23 punti, 9 assist e 4 rimbalzi. Nei Warriors non basta uno Stephen Curry fenomenale da 47 punti, 8 rimbalzi e 7 assist, Draymond Green concatena 17 punti, 7 rimbalzi e 4 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Nella notte si è scritto un capitolo importante, può darsi decisivo, nelle Finals 2019: i Raptors non hanno semplicemente vinto, ma dominato in casa dei campioni in carica. Ci sono tutte le scusanti possibili dei Warriors, come le assenze delle star Thompson e Durant e quella del prezioso difensore Looney, ma ad esempio, chi li doveva sostituire, come Cousins (a fine gara anch'egli dolorante), non è risultato all'altezza, e Green ed Iguodala non hanno fatto la differenza in questo caso. Solo Curry, colmando le lacune degli altri, ha fatto l'impossibile per vincere una gara che i Raptors hanno conquistato con talento. Gara 4 è ancora più importante, una vittoria dei rossi li porterebbe vicinissimi al titolo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!