Iscriviti

NBA The Finals, 3 giugno 2018: Warriors scatenati nel quarto periodo, 2-0 nella serie

I Warriors vincono gara 2 con un quarto periodo strepitoso: i Cavaliers, questa volta, non riescono a tenere il ritmo degli avversari e si devono arrendere ben presto alla sconfitta.

Basket
Pubblicato il 4 giugno 2018, alle ore 18:40

Mi piace
12
0
NBA The Finals, 3 giugno 2018: Warriors scatenati nel quarto periodo, 2-0 nella serie

Nella notte delle NBA The Finals di domenica 3 giugno 2018 si è disputata gara 2, in cui i Golden State Warriors hanno abbattuto i Cleveland Cavaliers per 122-103. Il primo quarto vede i padroni di casa dominatori a più riprese, ma LeBron James e compagni respingono ogni tentativo di fuga al mittente, lasciando solo pochi punti di margine ai Warriors, che si prendono il primo quarto con il punteggio di 32-28.

Nel secondo quarto invece la fuga riesce, i Cavaliers riescono a fatica a contenere le conclusioni da tre di Curry, le incursioni di Durant e le schiacciate di McGee, rispondendo con molti pochi centri a canestro; per fortuna dei Cavs, si è solo a metà partita ed i guerrieri della baia di San Francisco si limitano a tredici punti di differenza a proprio favore, 59-46.

Nel terzo quarto, dopo un avvio tutto a favore di Golden State, i Cavaliers ricuciono il margine con un bel parziale, avvicinandosi quasi alla parità, però i Warriors non mollano centimetri e negli ultimi due minuti ristabiliscono le distanza in doppia cifra, proiettandosi favorevolmente verso il quarto conclusivo, con il vantaggio molto solido di 90-80.

Nel quarto periodo, mano a mano che passano i minuti, il vantaggio di Golden State cresce in modo sensibile e diventa pesantissimo, irrecuperabile per i Cleveland Cavaliers, che devono alzare subito bandiera bianca e lasciare il successo, senza contrasti, agli avversari, che vincono per 122-103 e vanno sul 2-0 nella serie di finale, partendo con un ottimo vantaggio per le due trasferte a Cleveland.

Per i Warriors Stephen Curry si prende un gran bottino da 33 punti, 8 assist e 7 rimbalzi, mentre Kevin Durant è abile marcatore di 26 punti, 9 rimbalzi e 7 assist. Per i Cavaliers LeBron James sfiora la tripla doppia con 29 punti, 13 assist e 9 rimbalzi, per Kevin Love si registrano 22 punti e 10 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Una grande prestazione di squadra dei giocatori dei Warriors riesce a porre in difficoltà i Cavs, troppo legati alle prestazioni del loro leader James: forse solo una prestazione da alieno del "Re", come quella di gara 1, avrebbe permesso ai Cavaliers di rimanere in corsa per il successo. Il dato di fatto è che i Warriors hanno già il 2-0 di vantaggio nella serie e, per diventare campioni, i Cavaliers dovranno necessariamente vincere le prossime due sfide sul parquet amico, un'impresa per niente semplice contro una super Golden State come quella degli ultimi anni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!