Iscriviti

NBA The Finals, 2 giugno 2019: i Warriors irrompono a Toronto e pareggiano i conti

Golden State si prende una vittoria faticata e meritata, contando su una conclusione di Iguodala decisiva per impedire il sorpasso ai Raptors: si va ad Oakland con la serie in parità per 1-1.

Basket
Pubblicato il 3 giugno 2019, alle ore 17:12

Mi piace
12
0
NBA The Finals, 2 giugno 2019: i Warriors irrompono a Toronto e pareggiano i conti

Nella notte delle NBA The Finals di domenica 2 giugno 2019 si è disputata gara 2.
I Golden State Warriors vincono sul parquet dei Toronto Raptors per 109-104. Toronto si porta in vantaggio, Golden State risponde colpo su colpo e si verificano sorpassi e controsorpassi in serie, con il primo parziale che si gioca completamente su un equilibrio sostanziale: i Raptors sono avanti di una sola lunghezza, sul 27-26.

L’avanzata dei rossi dell’Ontario si fa netta nel secondo quarto, dove l’attacco funziona bene e la difesa pure. Tutto questo fino a due minuti dall’intervallo, nel momento in cui i guerrieri della baia di San Francisco replicano duramente e con forza, riuscendo ad avvicinarsi, senza però schiacciare l’avversario sotto il proprio vantaggio. I Raptors chiudono a metà gara sul 59-54.

Nel terzo quarto si esaurisce l’impeto di Toronto, i Warriors conquistano in fretta il vantaggio e scappano, ma Klay Thompson, uno dei fuoriclasse dei gialloblu, si fa male ad una gamba e non riesce più ad influire, faticando a muoversi sul parquet: è il secondo infortunio importante per Golden State dopo quelle di Kevin Durant. Nonostante ciò, i ragazzi di coach Steve Kerr chiudono bene, sul 88-80.

Nell’ultimo quarto la partita sembra prendere una piega netta verso la vittoria dei Warriors, ma i Raptors provano la riscossa ed a trenta secondi dalla fine arrivano a -2 di ritardo. Nel momento più complesso per gli ospiti, Andre Iguodala, MVP delle Finals 2015, è di nuovo decisivo come in tante occasioni, trovando spazio e centrando una tripla a pochi secondi dal termine. I Raptors sono sconfitti, la serie va sull’1-1 e si va in gara 3 ad Oakland.

Per i Warriors, nonostante l’infortunio, Klay Thompson segna più di tutti, con 25 punti, 5 assist e 5 rimbalzi, mentre Stephen Curry si prende un totale di 23 punti, 4 assist e 3 rimbalzi. Per i Raptors Kawhi Leonard firma 34 punti, 14 rimbalzi e 3 assist, Fred VanVleet centra partendo dalla panchina 17 punti e 4 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - La grandezza di Golden State è scritta in un organico completo. I titolari, le cinque All-Star, posso contare su un'altra All-Star, Andre Iguodala, in grado di essere sempre decisiva nei momenti chiave delle partite più pesanti, come insegnano le Finals del 2015. La patata che scotta passa ora a Toronto, che dovrà vincere almeno una delle due prossime gare in California per riportare il fattore campo a favore in una serie che si può presentare già dopo queste due partite in grado di arrivare fino ad una strepitosa gara 7.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!