Iscriviti

NBA Playoffs 2020: i Rockets vincono e passano il turno nel finale, gli Heat si ripetono contro i Bucks

Houston Rockets da brivido, vincono grazie al canestro di Tucker e ad una magia difensiva di un Harden non in serata, Thunder eliminati. I Miami Heat si ripetono contro i Milwaukee Bucks

Basket
Pubblicato il 3 settembre 2020, alle ore 13:01

Mi piace
6
0
NBA Playoffs 2020: i Rockets vincono e passano il turno nel finale, gli Heat si ripetono contro i Bucks

Nella notte degli NBA Playoffs 2020 di mercoledì 2 settembre si sono disputate una gara del primo turno ed una delle semifinali di conference.
Gli Houston Rockets passano per due punti sugli Oklahoma City Thunder con il risultato di 104-102. Gara 7 è chiaramente tesa tra i Rockets che sentono il peso del pronostico a favore ed i Thunder che non devono sbagliare per passare a sorpresa, così nel primo tempo emerge una parità quasi duratura, con il punteggio dell’intervallo che recita 61-59 a favore di Houston.

James Harden non è in serata (4/15 al tiro, 1/9 al tiro da tre) ed i rossi patiscono, i Thunder però non ne approfittano. Il quarto periodo è pericolosamente in bilico, fino al 102-101 per Oklahoma City a 18 secondi dalla fine. I Rockets vincono la serie per 4-3 grazie al canestro da due del meno offensivo del quintetto titolare, P.J. Tucker, e ad una magia difensiva di Harden, che stoppa una tripla ed evita il tentativo dei Thunder di conquistare la successiva rimessa saltando la palla.

Houston incontrerà i Los Angeles Lakers nel turno successivo, con Robert Covington che marca 21 punti e 10 rimbalzi, Russell Westbrook centra 20 punti e 9 rimbalzi; per i Thunder, che hanno sfiorato l’impresa, Luguentz Dort segna 30 punti e 4 rimbalzi, Chris Paul è monumentale con una tripla doppia da 19 punti, 12 assist e 11 rimbalzi.

I Miami Heat si impongono sui Milwaukee Bucks con il punteggio di 116-114. Bene Miami fin da subito, verso la fine del primo quarto guadagna qualche punto di vantaggio e lo conserva nel corso di tutto il periodo successivo, così gli Heat si trovano davanti per 66-60 all’intervallo.

Si ritorna sul parquet con Miami che ricomincia bene, poi Milwaukee rimonta, quindi di nuovo i bianco-rossi della Florida tornano avanti nel quarto parziale. Milwaukee recupera la parità con grande determinazione a pochi secondi dal termine, ma una sciocchezza difensiva di Antetokounmpo (fallo su Butler a tempo scaduto) vale due liberi per il numero 22 degli Heat, che li segna e chiude l’incontro.

Miami va oltre le previsione e va sul 2-0 nella serie: Goran Dragic continua ad essere il migliore dei suoi, con 23 punti, 5 rimbalzi e 4 assist, Tyler Herro dalla panchina confeziona 17 punti, 5 rimbalzi e 4 assist. Per Milwaukee, Giannis Antetokounmpo raccoglie 29 punti, 14 rimbalzi e 3 assist, Khris Middleton recapita 23 punti, 8 assist e 6 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - La prodezza e la sciocchezza difensiva: i due opposti della copertura nel basket riassumono la serata dei playoff. James Harden, poco ispirato a canestro, regala una stoppata ed evita con un salto la rimessa per gli avversari, decidendo nella sua nottata più buia di tutta la serie il passaggio del turno dei suoi. Al contrario, Giannis Antetokounmpo, con il suo inutile fallo a tempo scaduto, offre il 2-0 nella serie a favore dei Miami Heat, che fino ad ora hanno massimizzato il bottino con un cinismo da squadra d'esperienza, e non da squadra piena di giovani. Dragic, magico in questi playoff, ed il carisma di Butler stanno spingendo gli altri talentuosi ed inesperti Heat verso un traguardo sicuramente insperato ai nastri di partenza, la possibilità di giocarsi le finali della Eastern Conference.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!