Iscriviti

NBA Playoffs 2019: Lillard impone il "Dame Time", i Blazers avanzano con la tripla allo scadere

Damian Lillard firma il passaggio del turno dei Portland Trail Blazers con una tripla sullo scadere da lontanissimo: Thunder fuori gioco. Anche Toronto e Philadelphia passano il turno, Denver conduce su San Antonio.

Basket
Pubblicato il 25 aprile 2019, alle ore 13:52

Mi piace
9
0
NBA Playoffs 2019: Lillard impone il "Dame Time", i Blazers avanzano con la tripla allo scadere

Nella notte degli NBA Playoffs 2019 di martedì 23 aprile 2019 si sono giocati quattro incontri.
I Portland Trail Blazers sconfiggono gli Oklahoma City Thunder per 118-115: Damian Lillard, fin dai primi minuti, si prende carico dei Trail Blazers e segna ben 34 punti solo nel primo tempo, permettendo alla squadra di rimanere a galla, perché i Thunder giocano meglio per la prima metà dell’incontro. Portland va avanti nel terzo quarto, poi subisce quella che pare la fuga definitiva, ma i Blazers tornano alla parità nell’ultimo minuto ed allo scadere Lillard firma una tripla da molto lontano, un colpo da fenomeno che regala il passaggio del turno a Portland.

I Trail Blazers vincono la serie per 4-1 e proprio Damian Lillard gioca la prestazione migliore in assoluto di questo primo turno, con 50 punti, 7 rimbalzi e 6 assist, per Maurice Harkless ci sono 17 punti e 7 rimbalzi. Nei Thunder, di nuovo freddati al primo turno, Russell Westbrook centra una tripla doppia da 29 punti, 14 assist e 11 rimbalzi, Paul George compone un totale di 36 punti, 9 rimbalzi e 3 assist.

I Toronto Raptors divorano gli Orlando Magic per 115-96. I sedici punti di vantaggio di Toronto del primo quarto sono il preludio a quello che avverrà nei restanti trentasei minuti, un dominio completo da parte della franchigia dell’Ontario che si sbarazza di questi Magic, scoraggiatisi troppo in fretta. Questo successo firma il 4-1 finale della serie a favore di Toronto, che nel prossimo turno incontreranno i Philadelphia 76ers.

Per Toronto il leader è come al solito Kawhi Leonard, autore di 27 punti e 7 rimbalzi, mentre per Pascal Siakam c’è un complessivo di 24 punti, 6 rimbalzi e 4 assist. Tutti i Magic hanno giocato molto male in questa sfida, ma la stagione di Orlando è comunque positiva, perché nessuno si sarebbe aspettato che questo gruppo potesse conquistare la qualificazione alla postseason.

I Philadelphia 76ers piegano i Brooklyn Nets per 122-100. Il parziale all’intervallo è un pesante 60-31 a favore dei 76ers che, come nelle ultime partite, hanno sottomesso la squadra in nero alle loro volontà in campo, dominando e rifacendosi con gli interessi della sconfitta in gara 1 di questa serie. I Nets non tentano alcun genere di reazione, Philadelphia vince la serie per 4-1 ed alle semifinali di conferenche troverà i Toronto Raptors.

Per Philadelphia Joel Embiid comanda le operazione dal pitturato con un totale di 23 punti e 13 rimbalzi, Ben Simmons mette insieme 13 punti, 6 assist e 5 rimbalzi. Nei Nets, Rondae Hollis-Jefferson marca dalla panchina 21 punti, Caris LeVert si prende 18 punti, 8 rimbalzi e 4 assist.

I Denver Nuggets travolgono i San Antonio Spurs per 108-90. Gli Spurs comandano solo nei primissimi istanti, quindi Denver si prende il vantaggio e, dalla metà del secondo quarto, la fuga dei Nuggets prende forma con proporzioni incredibili, toccando anche i 30 punti di margine; gli Spurs giocano stranamente senza idee, con poca fase difensiva ed anche con poca concentrazione, così Denver torna avanti per 3-2 nella serie.

Per i Nuggets c’è Jamal Murray che si prende 23 punti, 7 assist e 4 rimbalzi, con Nikola Jokic che gioca una prova molto importante con un borsino da 16 punti, 11 rimbalzi ed 8 assist. Negli Spurs sia DeMar DeRozan che LaMarcus Aldridge ottengono 17 punti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il "Dame Time" non si conclude mai. Damian Lillard è il giocatore più abile e fenomenale a segnare i game winner, le conclusioni decisive per vincere la gara sullo scadere della sirena. Questo suo canestro, il più importante di tutte le varie serie del primo turno, chiude una partita che Oklahoma City ha bollato frettolosamente come vinta a dieci minuti dal termine e porta in luce la grande abilità di Lillard di essere decisivo, capacità innata di questo fuoriclasse che potrà mostrare anche nelle semifinali di conference, dove quasi certamente l'avversario prenderà la forma degli Houston Rockets di James Harden.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!