Iscriviti

NBA Playoffs 2019, 8 maggio 2019: i Bucks vanno in finale di conference, i Warriors prevalgono sui Rockets

Con il 4-1 nella serie sui Boston Celtics, i Milwaukee Bucks conquistano la finale della Eastern Conference. I Golden State Warriors battono gli Houston Rockets, ma perdono per infortunio Kevin Durant.

Basket
Pubblicato il 9 maggio 2019, alle ore 13:07

Mi piace
10
0
NBA Playoffs 2019, 8 maggio 2019: i Bucks vanno in finale di conference, i Warriors prevalgono sui Rockets

Nella notte degli NBA Playoffs 2019 di mercoledì 8 maggio 2019 si sono disputati due incontri.
I Milwaukee Bucks surclassano i Boston Celtics per 116-91. Parte ottimamente Milwaukee, Boston recupera nel finale del primo quarto, con un punto di vantaggio, per poi veder chiudere il quarto per 22-19 a favore dei Bucks: questo sarà l’unico punto di prevalenza dei Celtics in tutta la partita; il secondo quarto indirizza la partita su una strada molto ampia verso Milwaukee, all’intervallo sul 52-39.

Nella ripresa, piano piano, il distacco tra i verdi del Wisconsin e quelli del Massachusetts sale ancora, costantemente, portandosi ad un punto di non ritorno per i Celtics, che crollano ulteriormente negli ultimi dodici minuti di partita. I Bucks vincono la serie per 4-1, conquistano la finale della Eastern Conference, dove attenderanno la vincitrice della serie tra Toronto e Philadelphia.

Nei Bucks c’è Giannis Antetokounmpo a marcare una prova completa da 20 punti, 8 rimbalzi e 8 assist, Khris Middleton firma un tabellino da 19 punti, 8 rimbalzi e 5 assist. Nei Celtics nessuno raggiunge la sufficienza e chiudono la stagione senza raggiungere la finale di conference, obiettivo che si erano posti, dopo una stagione a tutti gli effetti altalenante e discontinua.

I Golden State Warriors battono gli Houston Rockets per 104-99: la partenza è bruciante, il dominio dei Warriors appare netto ed il 31-17 è il chiaro segnale che i Rockets devono cambiare marcia alla partita. Nel secondo quarto i Warriors rischiano di fuggire, andando a venti punti più dei Rockets, successivamente si infortuna Kevin Durant, che non torna in gara, e Houston prende coraggio: il divario rimane costante all’intervallo, 57-43.

Nel terzo quarto Houston ritorna quella delle quattro gare precedenti, combattiva e capace di grandi percentuali in realizzazione a canestro, alla fine del quarto torna in vantaggio, poi alla pari con i Warriors per 72-72. Nel quarto conclusivo si assiste al meglio della gara ed al riassunto delle gare precedenti, un grande spettacolo di qualità eccelsa, con lotta su tutti i palloni. Vince Golden State, resistendo alla pressione finale con un possesso mantenuto quasi miracolosamente sul pressing dei Rockets. Serie sul 3-2 per i guerrieri di Oakland.

Per Golden State Klay Thompson decide la partita con il canestro conclusivo e con un punteggio da 27 punti e 4 rimbalzi, Stephen Curry fa suoi 25 punti, 6 rimbalzi e 5 assist. Per Houston James Harden firma la migliore prestazione con 31 punti, 8 assist e 4 rimbalzi, Eric Gordon finalizza 19 punti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Bucks hanno mantenuto le promesse di inizio stagione e sono arrivati a centrare l'obiettivo minimo, per molti già esagerato, la finale di conference: d'altronde, fino ad ora, il gruppo in verde ha una verve senza pari ad Est e né Toronto, né Philadelphia, i futuri avversari, sembrano avere contromisure per fermarli; diverso potrebbe essere il discorso in una eventuale finale NBA. I Warriors, per l'appunto, nei momenti decisivi, ci sono sempre, ed in una partita che rischiavano di vedere sfumare, hanno trovato quella tenacia che ha permesso loro di prendersi il 3-2 nella serie e di avere due match point contro gli Houston Rockets.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!