Iscriviti

NBA Playoffs 2019, 18 aprile 2019: i Warriors ribaltano i Clippers, turno positivo per San Antonio e Philadelphia

I Warriors prendono il largo contro i Clippers e stavolta non c'è spazio per la rimonta dei losangelini. San Antonio si riporta avanti su Denver, i 76ers vincono a Brooklyn.

Basket
Pubblicato il 19 aprile 2019, alle ore 00:01

Mi piace
4
0
NBA Playoffs 2019, 18 aprile 2019: i Warriors ribaltano i Clippers, turno positivo per San Antonio e Philadelphia

Nella notte degli NBA Playoffs 2019 di giovedì 18 aprile 2019 si sono disputate tre gare.
I Golden State Warriors ribaltano in trasferta i Los Angeles Clippers per 132-105: 17 punti e 21 punti sono i distacchi di Golden State su Los Angeles rispettivamente nel primo e nel secondo quarto. Sotto di almeno 30 punti per la terza volta consecutiva in questa serie, stavolta il miracolo dei Clippers non si ripete ed i Warriors arrivano tranquilli al traguardo, con il 2-1 di vantaggio nella serie.

Per i Warriors un Kevin Durant superlativo in attacco e difesa timbra 38 punti, 7 assist e 4 rimbalzi, Stephen Curry materializza 21 punti e 5 rimbalzi. Nei Clippers si distingue la bella gara in area di Ivica Zubac, con 18 punti e 15 rimbalzi messi a referto, in un contesto di squadra poco attento ed estremamente lacunoso dal punto di vista difensivo.

I San Antonio Spurs battono i Denver Nuggets per 118-108. San Antonio comincia bene, quindi Denver rimonta e prova a guadagnare punti nel secondo quarto, per poi essere rimontata in due minuti da San Antonio: 61-58 all’intervallo. Nella ripresa i neri texani giocano meglio, arrivano a 20 punti di margine nel quarto periodo e reggono bene all’urto finale di Denver.

Gli Spurs, avanti 2-1 nella serie, mettono in luce il vero protagonista di queste prime gare degli speroni, Derrick White, autore di 36 punti, 5 assist  e 5 rimbalzi, con l’apporto insostituibile di DeMar DeRozan, che marca 25 punti, 5 assist e 4 rimbalzi. Per Denver, che ora deve recuperare, Nikola Jokic centra 22 punti, 8 rimbalzi e 7 assist, Malik Beasley raccoglie dalla panchina 20 punti e 9 rimbalzi.

I Philadelphia 76ers superano in trasferta i Brooklyn Nets per 131-115. I Nets tengono testa per tutto il primo tempo ad una Philadelphia arrembante e determinata a vincere, così il margine tra le due squadre si attesta a +6 per gli ospiti all’intervallo. La prima avanzata dei Sixers nel terzo quarto non funziona, riesce altresì nel quarto periodo, dove i Nets cedono solamente nel finale di partita.

Philadelphia va avanti 2-1 nella serie, con un grande Ben Simmons da 31 punti, 9 assist e 4 rimbalzi, con Tobias Harris che mette assieme 29 punti, 16 rimbalzi e 3 assist. Per Brooklyn D’Angelo Russell sistema 26 punti, 4 rimbalzi e 3 assist, come Caris LeVert ottiene dalla panchina 26 punti e 7 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Warriors, come immaginavo, si sono rifatti della disfatta di gara 2 ed hanno devastato con più forza possibile i Clippers, inferiori soprattutto dal punto difensivo, punto caro a coach Rivers. Golden State ha dato dimostrazione di poter vincere quando e come vuole e passare il turno con altre due vittorie. I 76ers finalmente hanno giocato con una grande prestazione di tutti gli assi (tranne Embiid, infortunato) ed i Nets difficilmente potranno fare di più, se non giocare al 100% dei loro valori, cosa non avvenuta in questa nottata. Nella serie tra San Antonio e Denver spicca la vera sorpresa di questi playoff, Derrick White, giocatore rimasto nell'ombra di Aldridge e DeRozan per tutta la stagione e che ora si presenta come l'arma in più necessaria per sconfiggere i favoriti Denver Nuggets.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!