Iscriviti

NBA Playoffs, 16 maggio 2018: i Rockets mostrano i muscoli e la serie è in parità

I Rockets si riscattano dopo la sconfitta di gara 1 e riportano immediatamente la serie contro Golden State in parità; successo di carattere e dominante, con un finale che mette in luce la forza dei texani.

Basket
Pubblicato il 17 maggio 2018, alle ore 10:41

Mi piace
12
0
NBA Playoffs, 16 maggio 2018: i Rockets mostrano i muscoli e la serie è in parità

Nella notte degli NBA Playoffs di mercoledì 16 maggio 2018 si è giocata una gara. I Houston Rockets sottomettono i Golden State Warriors per 127-105; si parte con un primo quarto molto combattuto, dove il vantaggio muta in continuazione, poi c’è il primo sussulto dei Rockets, che negli ultimi minuti stabilizzano il vantaggio e vanno avanti nel punteggio per 26-21.

A seguito del primo parziale quasi alla pari, c’è un secondo quarto dove i Rockets tirano fuori i muscoli e rendono questa parte della gara il momento chiave: i rossi prendono il vantaggio a doppia cifra e lo mantengono costante fino alla sirena che manda le due squadre all’intervallo, con i Rockets che predispongono la propria rivincita dopo gara 1 con il vantaggio per 64-50.

Tutti all’attacco nel terzo periodo: i Warriors provano a reagire spingendo al massimo, i Rockets non si lasciano sorprendere e rispondono alla fase offensiva avversaria con altrerranta cattiveria sotto canesto. Ne consegue che il punteggio sostanzialmente non si sposta mai di tanto da quello che ha portato le due squadre all’intervallo e Houston continua a dominare per 95-79.

Nel quarto conclusivo si parte esattamente con gli stessi ritmi del terzo quarto, almeno fino a metà parziale, quindi Houston infila tre triple in serie senza la reazione dei Warriors. Il punteggio prende il largo a favore dei Rockets che vincono la sfida senza troppi problemi, con il risultato di 127-105 e che portano la serie di finale della Western Conference in parità per 1-1.

Per i Rockets James Harden è in partita anche in questa occasione e porta sul tabellino un totale di 27 punti, 10 rimbalzi e 3 assist, mentre PJ Tucker diventa protagonista con 22 punti, 7 rimbalzi e 4 assist. Nei Warriors Kevin Durant dà il proprio consistente contributo realizzando 38 punti e 3 rimbalzi, per Stephen Curry ci sono 16 punti, 7 assist e 7 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Con la vittoria in gara 2 i Rockets fanno subito vedere che ci sono e che non vogliono sacrificare sull'altare dei californiani la loro stupenda stagione. Una reazione che non ha lasciato appello a Golden State che nei momenti chiave ha assistito allo strapotere degli avversari. Tutto sommato, è meraviglioso che la serie sia arrivata subito in parità, permettendoci di assistere nelle prossime gare ad una sfida ad alto tasso emozionale e piena di imprevisti, visto che si va ad Oakland, in California, per le prossime due gare, e non è impossbile prevedere che le due sfide possano essere spartite una per ciascuna delle sue squadre, portando il clamore della serie fino alle ultime gare decisive.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!