Iscriviti

NBA, 9 novembre 2018: grande partita per i 76ers ed Embiid, Hornets sconfitti all’ultimo. Tutti i risultati

I Philadelphia 76ers vincono dopo una partita tiratissima, dopo un supplementare, contro i Charlotte Hornets, probabilmente la gara più bella di questo inizio di stagione. I Nets vincono sul parquet dei Nuggets.

Basket
Pubblicato il 10 novembre 2018, alle ore 14:31

Mi piace
8
0
NBA, 9 novembre 2018: grande partita per i 76ers ed Embiid, Hornets sconfitti all’ultimo. Tutti i risultati

Nella notte della NBA di venerdì 9 novembre 2018 si sono giocate sette partite.

I Philadelphia 76ers vincono contro i Charlotte Hornets dopo un supplementare per 133-132. Probabilmente è stata la gara più bella di questo inizio di stagione, tirata al massimo e trascinata da due grandi fenomeni. Joel Embiid per i 76ers (42 punti, 18 rimbalzi, 4 assist e 4 stoppate) e Kemba Walker per gli Hornets (30 punti, 9 assist e 7 rimbalzi). I Sixers sciupano un grande vantaggio, passano avanti gli Hornets che però cedono proprio nei secondi conclusivi e, nel supplementare, Philadelphia riesce a imporsi, ora con 8 vittorie e 5 sconfitte, mentre Charlotte va a 6 vinte e 6 perse.

I Brooklyn Nets sorprendono fuori casa i Denver Nuggets per 112-110. Una partita molto equilibrata arriva nel finale con la parità dei due team opposti e, con un canestro decisivo negli ultimi secondi, Brooklyn passa ed ottiene un buon bilancio di inizio annata con sei vinte e sei perse. I Nuggets sono a due sconfitte di fila, seppur con una classifica molto positiva, con 9 vittorie e 3 sconfitte.

Gli Utah Jazz battono i Boston Celtics per 123-115. Con un grande terzo periodo i Jazz riescono a costruire il loro successo, perfettamente gestito nel quarto parziale e portato a termine, rimettendo in carreggiata una stagione cominciata con troppe incertezze, ancor più dopo aver battuto una delle migliori squadre della lega, i Celtics, che stanno compiendo un buon cammino, senza però stupire con costanza.

Le altre partite

Gli Indiana Pacers vincono sul campo dei Miami Heat per 110-102. Una gara equilibrata ed una Miami molto solida viene piegata dai Pacers nell’ultimo minuto, affossando i canestri e le difese che valgono l’ottavo successo a fronte di cinque sconfitte, con Victor Oladipo che continua a dare un grande apporto, stavolta con 22 punti, 10 assist e 5 rimbalzi. Per Miami è una sconfitta che brucia, perché fino a 60 secondi dal termine erano ancora in grado di portarsi a casa la posta in palio.

I Sacramento Kings sconfiggono i Minnesota Timberwolves per 121-110. La squadra della capitale californiana continua a brillare e piega facilmente dei Timberwolves indubbiamente talentuosi, ma con uno spogliatoio diviso dall’eterno caso Butler che sta condizionando ogni prestazione dei bianco blu. Willie Cauley-Stein segna 25 punti e 5 rimbalzi e Sacramento vola a sette vittorie e cinque sconfitte.

I Detroit Pistons ottengono il successo sul campo degli Atlanta Hawks per 124-109. Partita dominata sin dai primi minuti dai Pistons, che non hanno alcuna difficoltà a portarsi a Motor City la vittoria, che li riporta in una posizione medio-alta di classifica e con un Andre Druimmond che comanda nel pitturato con 23 punti e 11 rimbalzi.

Gli Orlando Magic firmano la loro quinta vittoria vincendo contro i Washington Wizards per 117-108. Dal secondo quarto in poi Orlando ottiene un vantaggio ben oltre la doppia cifra e conduce a termine un successo che migliora di molto la propria classifica, mostrando bel gioco e lasciando speranze per un buon prosieguo della stagione. Continua l’inspiegabile ed imprevedibile crisi dei Wizards, ora al penultimo posto ad Est.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Joel Embiid è il giocatore migliore in assoluto di questo inizio di stagione assieme a Giannis Antetokounmpo dei Bucks. Le sue prestazioni sono state sempre determinanti per le vittorie ottenute ed hanno tenuto in piedi il collettivo della città dell'amore fraterno anche nelle sconfitte. Se Philadelphia in questo momento vive sul destino del suo centro, i Kings ed i Nets giocano di squadra e stanno ottenendo molto di più di quello che si prevedeva: ottime realtà e sorprese che si spera di ammirare anche nel resto del lungo cammino stagionale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!