Iscriviti

NBA, 9 aprile 2018: Oklahoma City Thunder ok sul parquet dei Miami Heat

I Thunder vincono sul campo degli Heat e rimangono in corsa per la postseason, come tutte le altre squadre della Western Conference, vincenti nella nottata.

Basket
Pubblicato il 10 aprile 2018, alle ore 12:42

Mi piace
9
0
NBA, 9 aprile 2018: Oklahoma City Thunder ok sul parquet dei Miami Heat

Nella notte della NBA di lunedì 9 aprile 2018 si sono giocate nove partite. Gli Oklahoma City Thunder vincono sul parquet dei Miami Heat per 115-93: con questo successo, ottenuto nel quarto periodo, ribaltando il vantaggio degli Heat, i Thunder sono sempre più vicini alla postseason, mentre Miami è indirizzata verso il settimo posto nella Eastern Conference. Per i Thunder Russell Westbrook devasta gli avversari con 23 punti, 18 rimbalzi e 13 assist, mentre negli Heat Josh Richardson fa suoi 18 punti, 3 rimbalzi e 3 assist.

I Denver Nuggets battono i Portland Trail Blazers per 88-82: partita con pochi punti e con tanta tensione, comandata dai Blazers fino all’inizio del terzo quarto, quindi i Nuggets mettono canestri in serie, Portland non marca quasi più punti e Denver si porta a casa un successo che li lascia ancora in lotta per i playoff. Per Denver Nikola Jokic scrive una tripla doppia da 15 punti, 20 rimbalzi e 11 assist, nei Trail Blazers Damian Lillard centra 25 punti, 4 rimbalzi e 3 assist.

I New Orleans Pelicans dominano sul campo dei Los Angeles Clippers per 113-100: i Pelicans raggiungono anche i ventisei punti di vantaggio, da lì in poi per loro è semplice gestire il risultato e giungere a fine partita con la vittoria. Nei pellicani Anthony Davis segna 28 punti e 6 rimbalzi, per i velieri Sindarius Thornwell accumula 20 punti, 7 assist e 5 rimbalzi.

I San Antonio Spurs sconfiggono i Sacramento Kings per 98-85: i Kings sono incredibilmente davanti fino agli ultimi minuti, solo allora c’è il sorpasso degli Spurs, che necessitano di vincere per andare ai playoff. Per San Antonio Rudy Gay ottiene 18 punti e 6 rimbalzi, per i Kings Willie Cauley-Stein racimola 25 punti e 10 rimbalzi.

I Minnesota Timberwolves mandano al tappeto i Memphis Grizzlies per 113-94: è stato facile per i lupi invernali avere la meglio degli orsi del Tennessee, una delle squadre peggiori della stagione, e per Minnesota tutto si deciderà all’ultima giornata, quella di mercoledì. Per i Timberwolves Karl-Anthony Towns c’è con 24 punti e 18 rimbalzi, nei Grizzlies Ben McLemore combina 18 punti e 7 rimbalzi.

I Cleveland Cavaliers battono in trasferta i New York Knicks per 123-109, provando l’ultimo assalto alla terza posizione ad Est, per ora in mano ai Sixers, con una gara tutta all’attacco, dove i newyorkesi hanno solo potuto sfiorare la possibilità del sorpasso. Nei Cavs LeBron James acchiappa 28 punti, 11 assist e 6 rimbalzi, per i Knicks Michael Beasley somma 20 punti, 4 rimbalzi e 3 assist.

I Milwaukee Bucks regolano gli Orlando Magic per 102-86: la supremazia di Milwaukee emerge nel quarto periodo, dimostrando una forza nettamente superiore ai propri avversari, che vengono tenuti lontano dalla possibilità di vincere questa sfida. Per Milwaukee c’è la tripla doppia da 20 punti, 12 rimbalzi e 11 assist di Eric Bledsoe, nei Magic Nikola Vucevic firma 17 punti, 10 rimbalzi e 7 assist.

I Toronto Raptors (Jonas Valanciunas: 25 punti e 9 rimbalzi) vincono sul campo dei Detroit Pistons (Luke Kennard: 20 punti e 7 rimbalzi) per 108-98; i Brooklyn Nets (Allen Crabbe: 41 punti, 5 assist e 4 rimbalzi) battono i Chicago Bulls (Sean Kilpatrick: 16 punti e 3 rimbalzi) per 114-105.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Tutte le squadre coinvolte nella lotta playoff tra Est ed Ovest hanno vinto, tranne i Miami Heat, perdenti nello scontro contro i Thunder. Per le squadre ad Ovest nulla è invariato e si deciderà tutto nelle gare che si svolgeranno tra martedì e mercoledì, ad Est si profila invece il terzo posto dei Sixers, il quarto dei Cavaliers, il sesto di Milwaukee, il settimo di Miami e l'ottavo di Washington. Incertezza ancora altissima, come non mai negli ultimi anni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!