Iscriviti

NBA, 8 gennaio 220: i Nuggets conquistano per un soffio il parquet dei Mavericks, Miami vince ad Indianapolis

I Denver Nuggets conquistano sulla linea del traguardo il successo in casa dei Dallas Mavericks. I Miami Heat vincono con superiorità sul parquet degli Indiana Pacers.

Basket
Pubblicato il 9 gennaio 2020, alle ore 16:33

Mi piace
10
0
NBA, 8 gennaio 220: i Nuggets conquistano per un soffio il parquet dei Mavericks, Miami vince ad Indianapolis

Nella notte della NBA di mercoledì 9 gennaio 2020 si sono disputati nove incontri.
I Denver Nuggets conquistano per un soffio il parquet dei Dallas Mavericks per 107-106: partita ricchissima di spunti e bellissima, incerta, con Jokic che ad otto secondi dalla fine conquista il vantaggio per Denver, mentre l’ultima azione di Dallas è confusa, sbagliata nell’impostazione e non porta nemmeno ad un tentativo di tiro. Denver rimane seconda forza nella Western Conference con Nikola Jokic che mette in calce 33 punti, 7 assist e 6 rimbalzi. Per Dallas Luka Doncic realizza 27 punti, 10 assist e 9 rimbalzi.

I Miami Heat vincono in casa degli Indiana Pacers per 122-108 con grande superiorità, con parecchio nervosismo eccessivo da parte di alcuni membri dei Pacers, come Warren, espulso, con un margine che si assottiglia negli ultimi minuti. Miami vince con Bam Adebayo che firma 18 punti, 9 rimbalzi e 4 assist, nei Pacers, in un momento di appannamento, Domantas Sabonis espone 27 punti, 14 rimbalzi e 9 assist.

I San Antonio Spurs regolano fuori casa i Boston Celtics per 129-114. Fin da subito gli speroni texani dilagano, con un +12 già nel primo quarto e con il vantaggio che cresce piano piano, San Antonio si impone e Boston prova solo una timida reazione, presto respinta dai giocatori in nero. Per San Antonio DeMar DeRozan trafigge gli avversari con 30 punti, 6 rimbalzi e 4 assist, per Boston Gordon Hayward trattiene 18 punti, 3 assist e 3 rimbalzi.

NBA: le altre partite

I Milwaukee Bucks trionfano sul parquet dei Golden State Warriors per 107-98: il gioco dei Bucks è chiaramente superiore, il vantaggio non lievita mai, Golden State rimane in gara quasi sempre fino a che, giunta negli ultimi istanti di gara, si rende conto di non poter superare Milwaukee nel punteggio. Successo per i Bucks dopo la sconfitta contro San Antonio, Giannis Antetokounmpo inoltra 30 punti, 13 rimbalzi e 4 assist, per i Warriors Alec Burks dalla panchina recapita 19 punti, 7 assist e 5 rimbalzi.

I Toronto Raptors battono al supplementare in trasferta i Charlotte Hornets per 112-110: ancora una sfida giunta al supplementare per gli Hornets, di nuovo una sconfitta, peraltro giunta dopo un buon tempo extra e con Rozier che manca di un filo la conclusione vincente. I Raptors ripartono subito dopo il ko in casa contro Portland e Terence Davis sorprende con 23 punti, 11 rimbalzi e 5 assist, negli Hornets, con solamente due gare vinte nelle ultime dieci, Miles Bridges riporta 26 punti e 9 rimbalzi.

Gli Utah Jazz ribaltano i New York Knicks per 128-104 tenendo sotto controllo gli avversari per un quarto e mezzo e dilagando da lì in poi, New York si arrende ed Utah si diverte centrando la settima affermazione consecutiva. Nei Jazz Rudy Gobert centra 16 punti, 16 rimbalzi e 4 asssit, per New York Bobby Portis si prende 13 punti, 13 rimbalzi e 6 assist.

Gli Houston Rockets superano fuori casa gli Atlanta Hawks per 122-115 scappando subito verso i 23 punti di margine ma con Atlanta che, nonostante l’ultimo posto, come sempre quest’anno con le grandi si superano, rischiano il pareggio e perdono senza sfigurare. Nei Rockets James Harden devasta tutto con 41 punti, 10 assist e 10 rimbalzi, Trae Young scompiglia tutto con una tripla doppia da 42 punti, 13 rimbalzi e 10 assist.

Gli Orlando Magic devastano i Washington Wizards per 123-89, il dominio totale di Orlando si verifica dopo la prima parte del secondo quarto, punto della partita in cui Washington era addirittura in vantaggio. Con questo successo i magici mantengono la settima piazza ad Est con Nikola Vucevic che somma 29 punti e 9 rimbalzi, per Washington Admiral Schofield dalla panchina accumula 18 punti e 6 rimbalzi.

I New Orleans Pelicans fanno sbattere i Chicago Bulls con il punteggio di 123-108 grazie ad un quarto periodo di grande livello dal punto di vista delle realizzazioni a canestro da parte dei pellicani, marcando un successo che li riavvicina al lungo treno playoff dell’Ovest del basket americano. Per New Orleans Brandon Ingram computa 29 punti, 11 rimbalzi e 8 assist, per Chicago Zach LaVine vede realizzare 32 punti, 6 assist e 5 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Denver prosegue la sua stagione molto convincente, bissando per ora quanto di buono dimostrato nell'anno passato. Un secondo posto dietro i Lakers sarebbe un traguardo ancora più prestigioso di quello precedente, magari anche un terzo posto, visto il gruppone di sette squadre che tiene per ora saldi i primi sette posti playoff della Western Conference: La sensazione di tutti, pure la mia, devo ammetterlo, è che i Nuggets possano agire alla grande nella regular season, passare il primo turno dei playoff, ma non riuscire a piazzare il colpo nelle semifinali di conference, dove Lakers, Clippers e Rockets hanno maggior classe da mostrare in quei turni; sta a Denver smentire tutti, per ora può godersi giustamente tutti gli apprezzamenti per quanto mostrato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!