Iscriviti

NBA, 8 gennaio 2021: i Jazz fermano in trasferta i Bucks, i Warriors passano contro i Clippers

Gli Utah Jazz ritrovano la vittoria battendo in trasferta i Milwaukee Bucks, appaiandoli in classifica. I Golden State Warriors mandano ko i Los Angeles Clippers.

Basket
Pubblicato il 9 gennaio 2021, alle ore 11:01

Mi piace
0
0
NBA, 8 gennaio 2021: i Jazz fermano in trasferta i Bucks, i Warriors passano contro i Clippers

Nella notte della NBA di venerdì 8 gennaio 2021 si sono disputati dieci incontri.
Gli Utah Jazz vincono in casa dei Milwaukee Bucks per 131-118: prestazione superba dei Jazz, che cominciano piano, tenendo comunque la testa, sfoderando un secondo tempo da squadra di livello, rendendosi difficile da contenere in attacco, dove fioccano le occasioni e con Milwaukee scoperta in retroguardia. Le due squadre sono appaiate in classifica, per Utah, Donovan Mitchell si prende 32 punti, 7 assist e 5 rimbalzi, nei Bucks c’è Giannis Antetokounmpo con 35 punti, 8 rimbalzi e 4 assist.

I Golden State Warriors sconfiggono i Los Angeles Clippers per 115-105; i Clippers si mettono avanti marchiando un primo tempo che pareva premettere ad una vittoria, i Warriors non si danno per vinti e ribaltano tutto nel terzo quarto, riuscendo a chiudere in bellezza nei minuti conclusivi. Per Golden State, Stephen Curry è ai massimi livelli con 38 punti e 11 assist, per Los Angeles, Paul George sistema 25 punti, 7 assist e 4 rimbalzi.

I Los Angeles Lakers superano di misura i Chicago Bulls per 117-115 in una gara ricca di colpi di scena e di alternanza in testa, Los Angeles prova a fuggire nel quarto periodo, ma i Bulls ci sono e mancano il canestro che avrebbe regalato loro questo succeesso di prestigio. Per i Lakers, LeBron James pianifica 28 punti, 7 rimbalzi e 7 assist, per i Bulls, Zach LaVine brilla con 38 punti, 6 assist e 5 rimbalzi.

NBA: le altre partite

Gli Houston Rockets fanno a pezzi gli Orlando Magic con il punteggio di 132-90 con un totale annientamento dell’avversario, incredibilmente mai in partita dopo un avvio di stagione ad alti livelli; Houston gioca come meglio crede e può mostrare un vantaggio finale di ben 42 lunghezze. Nei Rockets, Christian Wood compila 22 punti e 15 rimbalzi, per Orlando, Nikola Vucevic offre 22 punti, 12 rimbalzi e 3 assist.

Gli Oklahoma City Thunder battono fuori casa i New York Knicks per 101-89: dopo la prima parte di partita in cui New York gioca e gestisce, i Thunder ribaltano la situazione dopo l’intervallo, mostrando una condizione in crescita, utile per risalire la classifica in un’annata che appare comunque complicata. Per Oklahoma City, Shai Gilgeous-Alexander marca 25 punti, 10 rimbalzi e 7 assist, per New York, Julius Randle racimola 18 punti, 12 rimbalzi e 7 assist.

I Memphis Grizzlies sconfiggono i Brooklyn Nets per 115-110 sorprendendo una delle squadre più forti della stagione, addirittura andando in fuga nel primo tempo. I Nets rimontano e nel secondo tempo sono avanti in alcune occasioni, i Grizzlies ritrovano forma e grinta e si prendono il punto. Per Memphis, Brandon Clarke entra 21 punti, 8 rimbalzi e 5 assist, nei Nets, Caris LeVert non basta nonostante ben 43 punti, 6 assist e 5 rimbalzi.

I Boston Celtics vincono contro i Washington Wizards per 116-107 andando in fuga nel secondo quarto, con Washington che ritorna e rende la vita più difficile del previsto ai verdi, che nonostante tutto vincono con un buon margine finale. Ottima classifica per i Celtics e Jaylen Brown insacca 27 punti, 13 rimbalzi e 5 assist, nei Wizards, Bradley Beal fa furore ancora con 41 punti, 3 assist e 3 rimbalzi.

I Detroit Pistons ritrovano la vittoria battendo i Phoenix Suns per 110-105 mostrando un carattere che si era visto di rado nelle gare precedenti, soprattutto per aver rimontato il vantaggio dei Suns di 23 punti accumulato nel secondo quarto e credendo, anche in quel momento negativo, di poter prevalere. Per Detroit, Jerami Grant iscrive 31 punti e 10 rimbalzi, per Phoenix, Deandre Ayton coglie 14 punti e 12 rimbalzi.

I Charlotte Hornets passano sul parquet dei New Orleans Pelicans per 118-110 compiendo una rimonta di grande spessore, sorprendendo gli stessi Pelicans che probabilmente credevano quanto meno di poter gestire la situazione. Per gli Hornets, Gordon Hayward intabella 26 punti, 7 rimbalzi e 3 assist, per New Orleans, Zion Williamson accorpora 26 punti, 8 rimbalzi e 3 assist.

I Toronto Raptors stendono in trasferta i Sacramento Kings per 144-126: primo tempo favorevole in parte ai Kings, che cedono il passo ai Raptors, senza trovare nessuno modo per arginare la fuga per la vittoria dei velociraptor dell’Ontario, i quali hanno nelle loro fila un Fred VanVleet da 34 punti, 7 assist e 3 rimbalzi, nei Kings, Harrison Barnes esprime 21 punti, 8 assist e 4 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Gli Utah Jazz danno una sistemazione al loro momento, in un tour in trasferta ad Est difficile e, a seguito di alcune sconfitte di troppo, riescono a fermare i Milwaukee Bucks, una buona notizia per la squadra di Salt Lake City, che ha un organico e soprattutto dei titolari in grado di fare la differenza anche nella complessa Western Conference. Milwaukee ha invece cominciato in modo insufficiente l'anno, cinque vittorie e quattro sconfitte sono un bilancio magro per una squadra che vuole vincere il titolo e ci sono molti aspetti, soprattutto difensivi, da mettere a punto. Inizio di stagione magico per Stephen Curry: altra serata dorata per il leader dei Warriors, che è tornato ai suoi livelli migliori, offrendo una grande mano ai suoi per tornare a comandare le operazioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!