Iscriviti

NBA, 6 febbraio 2020: straordinari Bucks, piegati pure i 76ers, i Rockets vincono sul campo dei Lakers

I Milwaukee Bucks riescono a sconfiggere anche i Philadelphia 76ers, altro avversario caduto nella marcia inesorabile dei cervi verso la prima posizione assoluta. Gli Houston Rockets battono fuori casa i Los Angeles Lakers.

Basket
Pubblicato il 7 febbraio 2020, alle ore 12:35

Mi piace
10
0
NBA, 6 febbraio 2020: straordinari Bucks, piegati pure i 76ers, i Rockets vincono sul campo dei Lakers

Nella notte della NBA di giovedì 6 febbraio 2020 si sono giocate cinque partite.
I Milwaukee Bucks piegano i Philadelphia 76ers per 112-101: anche i Sixers cadono per cercare invano di arrestare la marcia continua dei Bucks verso la prima posizione assoluta, gran secondo tempo dei padroni di casa che legittimano il risultato con un gioco superiore e si prendono anche la terza vittoria consecutiva. Per Milwaukee Giannis Antetokounmpo dilaga con 36 punti, 20 rimbalzi e 6 assist, nei 76ers Tobias Harris imprime 25 punti, 7 rimbalzi e 4 assist.

Gli Houston Rockets vincono sul campo dei Los Angeles Lakers per 121-111: ceduto Clint Capela agli Hawks, i Rockets partono con un quintetto base “basso” nell’altezza (Harden, Westbrook, House Jr., Gordon e Tucker) sono più che efficaci. straordinari: il loro punto debole si muta in punto di forza ed i Lakers soffrono più del previsto questa variante. Nei Rockets Russell Westbrook sfoggia ben 41 punti, 8 rimbalzi e 5 assist, per Los Angeles Anthony Davis centra 32 punti, 13 rimbalzi e 3 assist.

I Portland Trail Blazers sconfiggono i San Antonio Spurs per 125-117: in una gara imprevedibile, vantaggi di vari minuti di Blazers e Spurs si alternano regolarmente con l’assalto finale dei bianco-rosso-neri che va a segno e che vale un avanzamento in classifica, vicini alla zona playoff, proprio a danno degli ospiti. Nei Trail Blazers Damian Lillard fa figurare 26 punti e 10 assist, per San Antonio Trey Lyles traduce in concreto 23 punti e 10 rimbalzi.

I New Orleans Pelicans vincono fuori casa contro i Chicago Bulls con il risultato di 125-119 prendendo il comando delle operazioni sul parquet dalla seconda metà del primo quarto fino alla conclusione, senza esitazione e molto più nettamente di quanto dica il punteggio finale. Per i Pelicans Zion Williamson si attribuisce 21 punti e 4 rimbalzi, per Chicago Zach LaVine sistema 22 punti, 3 assist e 3 rimbalzi.

I New York Knicks superano gli Orlando Magic per 105-103 nel finale, riuscendo a rubare palla negli ultimi secondi a Fournier, impedendo la possibile conclusione della vittoria o del pareggio ai Magic. Per i Knicks, evento raro negli ultimi anni, è la terza vittoria consecutiva e Julius Randle marca 22 punti, 8 rimbalzi e 4 assist, per Orlando Nikola Vucevic totalizza 25 punti, 8 rimbalzi e 3 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Nella serata si è chiuso il mercato degli scambi di questa stagione, analizziamo quelli più importanti finalizzati sulla riga del traguardo: Andre Drummond passa ai Cavaliers dopo aver giocato per sette anni e mezzo a Detroit, che non riceve sostanzialmente nulla, mossa utile solamente per abbassare il tetto salariale. D'Angelo Russell va ai Timberwolves con Jacob Evans ed Omari Spellman in cambio di Andrew Wiggins e due scelte per il draft 2021; quindi Marcus Morris passa dai Knicks ai Clippers con Isaiah Thomas (che probabilmente verrà tagliato rescindendo il contratto) in cambio di Moe Harkless ed una scelta per il draft 2020. Oltre a questi altri scambi minori, con la sera precedente che ha visto Capela andare ai Rockets, Iguodala agli Heat, Crowder ai Grizzlies e Covington ai Rockets. Le ultime possibilità di acquisire altri giocatori ora vengono solo dai free agenti, coloro che non hanno contratto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!