Iscriviti

NBA, 6 febbraio 2019: i Milwaukee Bucks sconquassano i Washington Wizards. Tutte le partite

I Milwaukee Bucks rifilano 148 punti ai Washington Wizards ed ottengono la quinta vittoria consecutiva. I Golden State Warriors riducono in macerie i San Antonio Spurs.

Basket
Pubblicato il 7 febbraio 2019, alle ore 20:00

Mi piace
11
0
NBA, 6 febbraio 2019: i Milwaukee Bucks sconquassano i Washington Wizards. Tutte le partite

Nella notte della NBA di mercoledì 6 febbraio 2019 si sono giocate sette partite.
I Milwaukee Bucks azzerano i Washington Wizards per 148-129: la valanga verde si abbatte sugli inermi maghi del Distretto di Columbia, incapaci di arginare i fenomenali capoclassifica ed il loro leader indiscusso, Giannis Antetokounmpo, che si concede una serata da fuoriclasse assoluto con 43 punti, 6 rimbalzi e 4 assist; è la quinta vittoria di fila per Milwaukee, la terza gara consecutiva senza successo per dei Wizards in grave difficoltà.

I Golden State Warriors riducono in briciole i San Antonio Spurs con un totale di 141-102. Fino all’intervallo è gara vera, quindi San Antonio si dissolve e Golden State riesce a colpire da qualunque parte del campo, rendendo nulle le speranze di vittoria di una delle squadre più esperte e solide della lega. Prestazione importante per Klay Thompson, che fissa sul tabellino 26 punti e 6 assist, San Antonio non ha partecipato in pratica alla ricerca della vittoria.

NBA: gli altri incontri

I Brooklyn Nets battono i Denver Nuggets per 135-130: la partita è molto divertente nel primo tempo, anche nel secondo, con la differenza che i Nets fanno la differenza sulla seconda forza della Western Conference, prendendosi una vittoria che consolida la squadra di Brooklyn nella zona playoff, cn D’Angelo Russell sempre più in forma All-Star con 27 punti, 11 assist e 6 rimbalzi. Nei Nuggets Nikola Jokic completa comunque una tripla doppia da 25 punti, 14 rimbalzi e 10 assist.

Gli Houston Rockets vincono sul parquet dei Sacramento Kings per 127-101: il vantaggio di Houston si dilata già nel secondo quarto, rendendo la partita un monologo rosso nel quale sguazza alla perfezione James Harden, di cui ormai non si contano più le prove consecutive da 30 o più punti a partita: 36 punti e 6 rimbalzi il bottino personale del “Barba”; Sacramento fa un passo indietro nel raggiungimento nella zona verde.

Gli Utah Jazz si liberano dei Phoenix Suns per 116-98: i Jazz ci mettono tre quarti per far cadere dei Suns che provano a resistere fino alla fine, ma negli ultimi 12 minuti Utah passa senza troppi problemi su una difesa sfilacciata ed a quel punto arresa alla sconfitta. Utah vince la settima gara negli ultimi dieci incontri, i Suns timbrano la dodicesima sconfitta consecutiva.

I Dallas Mavericks battono i Charlotte Hornets per 99-93: i maverick vincono un incontro molto ostico, dove la pressione dei calabroni azzurri si sente dal primo all’ultimo minuto. Con i nuovi acquisti e con Harrison Barnes in partenza verso Sacramento, i Mavericks provano a rilanciare le loro azioni nella lotta per la postseason e Luka Doncic rimane la certezza della squadra in blu, con una tripla doppia da 19 punti, 11 assist e 10 rimbalzi.

I New Orleans Pelicans vincono in casa dei Chicago Bulls per 125-120: la partita è molto ricca di suspense, nonostante la bassa posizione in classifica delle due squadre; con Anthony Davis forse in partenza nella notte per i Lakers, i Pelicans vincono comunque con un Julius Randle straordinario dalla panchina, che ottiene 31 punti, 7 rimbalzi e 3 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - In una notte ricca di incontri di alta classifica e di cartello, ben quattro su sette, rimane alta l'attenzione per la trade deadline, ovvero la chiusura del mercato fissata per la serata di giovedì. I Lakers fanno grande pressione per ottenere Anthony Davis dai Pelicans entro le prossime ventiquattro ore in cambio di molti giocatori e di alcune scelte dei prossimi draft. Dallas si muove molto: dopo gli acquisti di una settimana fa, cede Harrison Barnes ai Kings in cambio di Randolph e Jackson. I Bucks si rinforzano con Nikola Mirotic, Indiana acquisisce gli ex Blazers Stauskas e Baldwin. Le attenzioni, oltre a Davis, sono puntate tutte sulle cessioni possibili di Conley e Marc Gasol dai Grizzlies, sui Clippers che potrebbero piazzare un super colpo a sorpresa e su possibili scambi che coinvolgano i Pistons.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!