Iscriviti

NBA, 5 febbraio 2021: i Celtics regolano fuori casa i Clippers, i Jazz vincono anche in casa degli Hornets

I Boston Celtics fanno il colpaccio della nottata andando a conquistare il parquet dei Los Angeles Clippers, gli Utah Jazz regolano anche i Charlotte Hornets in trasferta.

Basket
Pubblicato il 6 febbraio 2021, alle ore 12:03

Mi piace
7
0
NBA, 5 febbraio 2021: i Celtics regolano fuori casa i Clippers, i Jazz vincono anche in casa degli Hornets

Nella notte della NBA di venerdì 5 febbraio 2021 si sono disputate nove partite.
I Boston Celtics superano fuori casa i Los Angeles Clippers per 119-115: per oltre un tempo i Clippers fanno la partita, quindi emergono i Celtics che portano la gara ad un finale equilibrato ma dominato proprio da loro, che raggiungono il traguardo anche grazie a Jayson Tatum, che mette insieme 34 punti e 7 rimbalzi, per i losangelini, Kawhi Leonard aggiunge 28 punti, 7 rimbalzi e 5 assist.

Gli Utah Jazz travolgono fuori casa i Charlotte Hornets per 138-121 puntando tutto su un gioco molto offensivo e ferendo la difesa avversaria continuamente, che non trova soluzioni per fermare gli inarrestabili Jazz, alla quattordicesima affermazione nelle ultime quindici gare. Per Utah, Bojan Bogdanovic mette in saccoccia 31 punti, 7 rimbalzi e 5 assist, negli Hornets, LaMelo Ball colleziona 34 punti, 8 assist e 4 rimbalzi.

I Milwaukee Bucks dominano in casa dei Cleveland Cavaliers per 123-105 soffrendo per quasi tre quarti la forte pressione dei Cavaliers, intenzionati a conquistare un successo di prestigio, nel quarto periodo emerge invece la differenza tecnica a favore dei Bucks, che rimangono secondi nella Eastern Conference; per Milwaukee, Giannis Antetokounmpo fa combaciare 33 punti, 12 rimbalzi e 4 assist, per i Cavaliers, Andre Drummond segna 18 punti, 9 rimbalzi e 4 assist.

NBA, le altre partite

I Toronto Raptors sorprendono fuori casa i Brooklyn Nets per 124-120 con una prova molto convincente, sempre sul pezzo nonostante nel secondo tempo i Nets migliorino e puntino con più continuità il canestro avversario; bella gara di Toronto, che risale la graduatoriacon Pascal Siakam che firma 33 punti, 11 rimbalzi e 6 assist, per i Nets, James Harden sistema 17 punti, 12 assist e 7 rimbalzi.

I New Orleans Pelicans vincono di misura in casa degli Indiana Pacers per 114-113 giocando meglio degli avversari ma subendo la rimonta dei Pacers: il finale è da cardiopalmo, punto a punto e premia i giocatori della Louisiana, con Brandon Ingram che produce 30 punti, 7 assist e 6 rimbalzi, nei Pacers, in flessione, Justin Holiday prepara 22 punti, 6 rimbalzi e 4 assist.

I Phoenix Suns abbattono i Detroit Pistons per 109-92: tutto facile per i viola ed arancio, a cui basta solo poco più di un tempo per raggiungere un vantaggio rassicurante che distanzia per tutto il resto della disputa i Pistons, sempre in difficoltà sia nel gioco che in classifica. Per i Suns, Chris Paul totalizza 20 punti, 9 assist e 7 rimbalzi, per Detroit, Jerami Grant infila 21 punti.

Gli Orlando Magic regolano i Chicago Bulls per 123-119 rischiando di perdere in una partita comandata e divertente per gli ottimi ritmi impressi, perché prima della sirena conclusiva i Bulls si presentano vicino del pareggio, mettendo paura ai magici, che tornano a conquistare un punto. Per Orlando, Nikola Vucevic è straordinario con 43 punti, 19 rimbalzi e 4 assist, per Chicago, Zach LaVine inserisce 26 punti, 8 assist e 4 rimbalzi.

I Minnesota Timberwolves vincono sul campo degli Oklahoma City Thunder per 106-103 con la tripla di D’Angelo Russell che arriva pochi secondi prima del termine e che rompono una parità che nell’ultima parte del quarto periodo era stata più volte raggiunta dai Thunder. Per Minnesota, Malik Beasley raggruppa 24 punti, 5 rimbalzi e 3 assist, per i Thunder, Al Horford conquista 26 punti, 8 assist e 7 rimbalzi.

I Miami Heat distruggono i Washington Wizards per 122-95 ribaltando il risultato della gara disputata due sere prima e rifacendosi alla grande, così riprovando a dare una svolta ad una stagione fino ad ora molto amara e deludente, soprattutto dal punto di vista dei risultati. Per Miami, Kendrick Nunn esprime 25 punti e 8 rimbalzi, per i Wizards, Alex Len raggruppa 18 punti e 3 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Celtics sono rimasti fino ad ora un po' in sordina, attualmente occupano il quarto posto nella Eastern Conference ma, con la vittoria di prestigio in casa dei Clippers, non sono distanti di molto dalla prima posizione ora occupata dai Philadelphia 76ers: d'altronde il problema per la squadra di coach Brad Stevens è sempre lo stesso, la mancanza di continuità di risultati nel corso della regular season, difficile che i verdi nel corso degli ultimi anni abbiano messo insieme un periodo parecchio lungo di successi, portandoli a non occupare mai le posizioni di vertice. Ai playoff invece i celtici si comportano meglio, ma una migliore classifica nella stagione consentirebbe loro magari anche di fare ancora meglio e puntare alle Finals, il vero obiettivo della storica franchigia del Massachusetts.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!