Iscriviti

NBA, 5 febbraio 2020: i Clippers sovrastano gli Heat, i Nuggets superano fuori casa i Jazz

I Los Angeles Clippers giocano una prova eccellente contro i Miami Heat e li superano. I Denver Nuggets riescono a sconfiggere di un soffio fuori casa gli Utah Jazz.

Basket
Pubblicato il 7 febbraio 2020, alle ore 09:56

Mi piace
10
0
NBA, 5 febbraio 2020: i Clippers sovrastano gli Heat, i Nuggets superano fuori casa i Jazz

Nella notte della NBA di mercoledì 5 febbraio 2020 si sono disputati nove incontri.
I Los Angeles Clippers sovrastano i Miami Heat per 128-111: gli Heat tentano di imporsi e fanno un buon lavoro, riuscendo a prevalere nel primo tempo della partita, con i ruoli che si invertono; Los Angeles segna regolarmente, migliora le statistiche difensive e conquista la vittoria. Per i Clippers Paul George inoltra 23 punti, 10 assist e 5 rimbalzi, negli Heat Derrick Jones Jr. dalla panchina marca 25 punti, 9 rimbalzi e 3 assist.

I Denver Nuggets superano di un soffio gli Utah Jazz per 98-95. Durante ogni quarto, Utah prende un buon margine ma al termine di ognuno di essi i Nuggets si trovano davanti, proprio come accade a fine gara, che con uno slancio d’orgoglio si prendono la testa e fanno un bel colpo, con Nikola Jokic in versione eroica con una tripla doppia da 30 punti, 21 rimbalzi e 10 assist per le pepite; quinta sconfitta di fila per i Jazz con Rudy Gobert che centra 16 punti e 14 rimbalzi.

I Toronto Raptors battono allo sprint gli Indiana Pacers per 119-118 e trovano la dodicesima sconfitta consecutiva, frutto di una rimonta di grande valore su dei Pacers fino a lì in forma eccellente; è Serge Ibaka a regalare la tripla vincente ai velociraptor e Kyle Lowry sfoggia un totale di 32 punti, 10 assist e 8 rimbalzi. Malcolm Brogdon insacca per i battistrada 24 punti, 6 assist e 6 rimbalzi.

NBA: le altre partite

I Boston Celtics ribaltano gli Orlando Magic con un totale di 116-100 giocando il quarto periodo nella maniera migliore, con Orlando che va in difficoltà con i ritmi superiori imposti dai celtici, che rimangono terzi nella Eastern Conference con Jayson Tatum che intabella 33 punti, 8 rimbalzi e 5 assist, per Orlando Aaron Gordon realizza 23 punti, 10 rimbalzi e 4 assist.

I Memphis Grizzlies si impongono sul campo dei Dallas Mavericks per 121-107 disputando una gara di bel livello, con realizzazioni continue e soprattutto iniziando chiudendo un terzo periodo con una striscia di punti che stende Dallas, sotto di ben 25 lunghezze all’alba del quarto periodo. Nei Grizzlies, con l’ottavo posto ed un record positivo, Ja Morant si prende 21 punti e 3 assist, per i Mavericks Kristaps Porzingis accumula 32 punti e 12 rimbalzi.

Gli Oklahoma City Thunder sconfiggono i Cleveland Cavaliers per 109-103 con molta fatica, nonostante una netta distanza in classifica: i Cavs fanno di tutto per tornare alla vittoria, ma i Thunder reggono negli ultimi secondi e vanno a 31 vittorie e 20 sconfitte con un Dennis Schroder che partendo da riserva si concede 30 punti, 6 asssit e 5 rimbalzi, mentre tra i cavalieri Collin Sexton stacca 23 punti e 3 rimbalzi.

I Brooklyn Nets devastano i Golden State Warriors per 129-88. Warriors di nuovo, per almeno la decima volta in questa stagione, fuori dalla partita, per Brooklyn è poco più di una formalità tenersi a casa un punto utile per puntellare la zona playoff con Caris LeVert che ottiene 23 punti, 8 assist e 4 rimbalzi, partita completamente da cancelllare per dei guerrieri mai in lotta.

I Detroit Pistons sconfiggono i Phoenix Suns per 116-108 facendo fatica a tenere il vantaggio, più volte recuperati dai Suns, ma volenterosi di non perdere la speranza di disputare i prossimi playoff: il successo è un toccasana per i pistoni con Andre Drummond che stampa 31 punti, 19 rimbalzi e 4 assist, nei Suns Deandre Ayton carpisce 26 punti, 12 rimbalzi e 4 assist.

Gli Atlanta Hawks trovano fuori casa il successo sui Minnesota Timberwolves per 127-120: Atlanta conduce fin dal primo minuto, Minnesota tenta il recupero troppo tardi, nel finale si avvicina senza poter impensierire i falchi della Georgia, che lasciano l’ultimo posto ad Est e Trae Young splende con 38 punti, 11 assist e 4 rimbalzi. Timberwolves bloccati e sprofondati negli abissi con la tredicesima sconfitta di fila, con Andrew Wiggins che piazza 25 punti, 7 rimbalzi e 3 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Denver Nuggets vanno a prendersi la vittoria a Salt Lake City e gli Utah Jazz si fermano ancora: sono in totale cinque sconfitte di fila e la sesta nelle ultime dieci partite giocate, un problema per una realtà che aveva inanellato una striscia pazzesca di successi e che ora ha il fiatone, trovandosi respinta all'indietro addirittura al quinto posto nella Western Conference. La squadra comunque ha tutte le sue stelle a disposizione, c'è un momento in cui serve riordinare le idee e ricominciare ad avanzare, seppur i playoff siano quasi sicuri. Da notare anche la continua risalita dei Thunder, che partiti sul fondo della graduatoria hanno trovato anche la sesta posizione ad Ovest: gioco incredibile e rendimento eccellente per Gallinari e compagni, ora nel mirino ci sono proprio gli Utah Jazz.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!