Iscriviti

NBA, 30 marzo 2018: i Nuggets conquistano Oklahoma City nel supplementare

Tantissime le sfide che si sono concluse negli ultimi secondi di gara con un risultato definitivo, in questa serata: ne è l'esempio la vittoria dei Denver Nuggets in casa degli Oklahoma City Thunder nella delicata sfida playoff.

Basket
Pubblicato il 31 marzo 2018, alle ore 17:07

Mi piace
10
0
NBA, 30 marzo 2018: i Nuggets conquistano Oklahoma City nel supplementare

Nella notte della NBA di venerdì 30 marzo 2018 si sono giocate nove gare. I Denver Nuggets vincono sul parquet degli Oklahoma City Thunder per 126-125 dopo un supplementare: sfida emozionante e coinvolgente dal primo all’ultimo minuto, con Jokic e Westbrook a guidare le squadre verso il vantaggio, che si annulla alla sirena finale. Serve un supplementare che vede prevalere di un soffio i Nuggets, che conquistano una vittoria vitale per un lottare per la fase finale. Denver è guidata da Nikola Jokic con 23 punti, 16 rimbalzi e 6 assist, mentre Russell Westbrook acchiappa 33 punti, 13 assist  e 9 rimbalzi.

I Cleveland Cavaliers battono i New Orleans Pelicans per 107-102: grande sfida tra due squadre che sanno bene come arrivare a canestro, che però non trovano un distacco convincente l’una dall’altra, che a conclusione della gara premia i Cavaliers, che salvaguardano per alcuni giorni il terzo posto ad Est: LeBron James si iscrive come migliore della gara con 27 punti, 11 assist e 9 rimbalzi, per i Pelicans Jrue Holiday fa suoi 25 punti e 6 rimbalzi.

Gli Houston Rockets sconfiggono sul filo di lana i Phoenix Suns per 104-103: il testacoda tra la prima e l’ultima della NBA non ha messo in mostra la differenza, visto che i Rockets hanno dovuto difendere fino all’ultimo secondo il vantaggio minimo che hanno raggranellato in quarantotto minuti di gara. Houston ha già intascato il primo posto nella Western Conference ed è ad un passo da quello assoluto, e James Harden fissa 28 punti, 10 assist e 8 rimbalzi, per i Suns Josh Jackson materializza 27 punti e 6 rimbalzi.

I Portland Trail Blazers hanno la terza posizione ad Ovest dopo il successo per 105-96 sui Los Angeles Clippers; la vittoria dei Blazers è maturata nel corso della parte centrale della gara, dove hanno preso il largo ed in seguito hanno solo amministrato. Per Portland Jusuf Nurkic completa 21 punti, 12 rimbalzi e 3 assist, nei Clippers Lou Williams si prende 23 punti, 3 assist e 3 rimbalzi.

I Milwaukee Bucks battono in trasferta i Los Angeles Lakers dopo un tempo supplementare per 124-122: il largo margine dei Bucks è stato recuperato con ingenuità da parte dei cervi, che si sono lasciati riprendere da Los Angeles, che ha portato la gara al supplementare, dove i Bucks ripetono in cinque minuti l’andamento della gara, ovvero vanno molto avanti e rischiano di farsi riprendere. Per Milwaukee Eric Bledsoe comanda incontrastato con 39 punti, 6 assist e 3 rimbalzi, nei Lakers Kyle Kuzma segna 27 punti, 12 rimbalzi e 6 assist.

I Philadelphia 76ers vincono sul campo degli Atlanta Hawks per 101-91 con una prestazione eccezionale nel secondo tempo; per Philadelphia Ben Simmons intasca una tripla doppia da 13 punti, 12 rimbalzi e 11 assist, mentre negli Hawks Damion Lee intabella 20 punti e 4 rimbalzi. I Minnesota Timberwolves vincono a Dallas contro i Mavericks per 93-92: i Mavericks hanno rischiato di vincere più volte nel corso dell’ultimo possesso, mancando il centro della vittoria. Nei Timberwolves Jamal Crawford prende 24 punti e 3 rimbalzi, per i Mavs Harrison Barnes finalizza 19 punti e 4 rimbalzi.

Gli Utah Jazz battono per 107-97 i Memphis Grizzlies: per i giocatori di Salt Lake City c’è un Donovan Mitchell da 22 punti, 4 assist e 3 rimbalzi, nei Grizzlies Marc Gasol sfonda con 28 punti e 3 rimbalzi. I Chicago Bulls ottengono la vittoria ad Orlando contro i Magic per 90-82, per i Bulls Lauri Markkanen raccoglie 13 punti e 8 rimbalzi, nei Magic Aaron Gordon colleziona 18 punti e 7 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - In tutto l'equilibrio che ha dominato la serata, sorprendere osservare la vittoria di misura dei Rockets in casa contro l'ultima classifica, i Suns: la sottovalutazione del pericolo di questa gara ha messo i Suns nelle condizioni di ottenere la più impensabile delle vittoria: questo è sempre il segno di come anche l'ultima della NBA possa giocarsi le chances di vittoria con la prima. Cavaliers, Blazers e Sixers si confermano nelle prime posizioni delle rispettive conference, mentre le altre favorite nella corsa playoff hanno battuto (non senza fatica) le squadre già eliminate. Mancano meno di due settimane alla fine della regular season e c'è ancora tantissimo da decidere per la graduatoria conclusiva.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!